MotoGP: nuovo pannello di steward per decretare le sanzioni

Carmelo Ezpeleta
Carmelo Ezpeleta (©GettyImages)

Carmelo Ezpeleta e Vito Ippolito anticipano alcune delle decisioni prese nel summit tenutosi tra IRTA, Dorna e FIM in merito a quanto successo tra Valentino Rossi e Marc Marquez in Malesia.

La Commissione Gran Prix si è riunita a Ginevra per istituire un’equipe di giudici distinta dalla Direzione Gara e che dovrà stabilire eventuali penalizzazioni ai danni dei piloti coinvolti in avvenimenti poco chiari o incidenti. Una mossa necessaria dopo quanto successo a Sepang nel 2015 e alla sanzione che ha costretto Valentino Rossi a partire dall’ultima fila facendogli perdere il titolo iridato.

Ai microfoni del sito ufficiale MotoGP.com il presidente della FIM, Vito Ippolito, anticipa qualche novità che entrerà in vigore dal primo Gran Premio in Qatar: “Abbiamo avuto un incontro nella Commissione Grand Prix in cui sono stati coinvolti Dorna e la FIM, IRTA e MSMA e abbiamo fatto un sacco di decisioni importanti. Uno di loro è per quanto riguarda la gestione del Gran Premio stesso e, in particolare, abbiamo deciso di separare i compiti e le mansioni di direzione di gara e giudici, il pannello degli steward”.

“Vogliamo porre attenzione alla Direzione Gara sulla gestione delle gare perché ci sono un sacco di responsabilità e questioni delicate da svolgere. Vogliamo lasciarli liberi di gestire la gara, senza però coinvolgerli con il compito di penalizzare i piloti”. Che tipo di decisioni può essere fatta da questo pannello di tre steward? “Abbiamo una vasta gamma di sanzioni, abbastanza per lasciare libertà al giudice di decidere quale sia la giusta pena che si può applicare”.

Il CEO della Dorna, Carmelo Ezpeleta, anticipa che ci saranno sensori di pressione su tutte le gomme: “Dopo l’ultimo incontro nel dicembre 2015 a Madrid c’erano alcune questioni in sospeso che abbiamo deciso di studiare in questo periodo e proporre in una riunione straordinaria qui nella sede FIM dove c’è stato un incontro molto proficuo. Poi abbiamo discusso questioni diverse, abbiamo discusso di questioni tecniche, che saranno emesse in un comunicato stampa, per quanto riguarda il software unificato e cose del genere”.

“Inoltre, dopo il problema con la gomma posteriore a Sepang abbiamo deciso di includere, e questo è stato approvato molto velocemente, che ci saranno, a partire dal primo Gran Premio di quest’anno, sensori di pressione dei pneumatici. Inoltre dopo l’incidente dello scorso anno, noi della Dorna non saremo coinvolti nel comitato che ha emesso le sanzioni dei piloti per qualsiasi violazione del codice sportivo durante la gara. Dopo di che è stato creato un sistema per distinguere tra Direzione Gara e il pannello di steward – ha concluso Ezpeleta – e credo che il presidente della FIM spiegherà questo”.