Ferrari 335 S, asta d’oro per la regina di Retromobile

Ferrari 335 S
Ferrari 335 S – photo by Artcurial.com

A Parigi Retromobile, una delle vetrine internazionali più rinomate per gli appassionati di auto d’epoca, sarà messa all’asta in data 5 febbraio 2016 una Ferrari 335 Sport Carrozzata Scaglietti del 1957, con un prezzo stimato che oscilla dai 28 ai 32 milioni di euro che potrebbero nominarla come la fuoriserie più costosa della storia.

Parliamo di una delle Ferrari più celebri delle competizioni automobilistiche, su cui si sono alternati piloti come Peter Collins, Luigi Musso, Stirling Moss e molti altri, proveniente dalla Collezione del magnate francese Pierre Bardinon. La Ferrari 335 S in questione, numero di telaio 0674, è stata fabbricata a Maranello nel 1957, con carrozzeria Scaglietti e motore V12 da 3,8 litri capace di erogare 360 CV. Un autentico bolide per quell’epoca, ma anche ai giorni nostri.

Ha partecipato alla 12 Ore di Sebring, alla Mille Miglia, alla 24 Ore di Le Mans, ai Gran Premi di Svezia e Venezuela, e nel gennaio del 1958 vince il Gran Premio di Cuba con Masten Gregory e Stirling Moss, poi scende in pista per Road America 500, fino all’ultima corsa alla Bahamas Speed Week. Dopo le corse questo Ferrari passa per i garage dei collezionisti, fino agli anni Settanta, quando finisce nelle mani di Pierre Bardinon, famoso per la sua collezione di Ferrari “ufficiali” da competizione.

Adesso la Ferrari 335 S potrebbe diventare la fuoriserie più costosa di tutti i tempi, con un valore stimato che potrebbe persino superare i 32 milioni di euro. Sarà venduta all’asta al salone Retromobile del 5 e 6 febbraio 2016 a Parigi. “Questo è il prezzo per una delle più belle Ferrari della storia – ha dichiarato Matthieu Lamoure, direttore di Artcurial Motorcars, l’azienda che gestisce la vendita – sicuramente la Ferrari più potente degli anni ’50 e il modello di maggior successo di quell’epoca, guidata da tutti i più grandi piloti. È sicuramente un prezzo molto alto ma di certo in linea con la sua storia e i suoi record”.