Michelin rilancia: “Con noi le F1 più veloci di 1″5”

Pneumatici Michelin
(© Getty Images)

 

La Michelin non “molla”. Anzi, rilancia: con le sue gomme, sostiene il costruttore francese, “le F1 sarebbero più veloci di 1″5”. La candidatura del marchio d’Oltralpe per il 2020 è ormai ufficiale.

 

L’offerta sul tavolo

Dopo essere stata scartata da Bernie Ecclestone a favore dell’attuale monofornitore Pirelli, la Michelin torna a pensare al futuro e si candida per un ritorno nel Circus nel 2020, quando il contratto tra la Casa milanese e la massima serie sarà concluso. Ma non senza porre alcune “condizioni”.

“Nonostante la decisione dei vertici per il triennio 2017-2019, il nostro interesse verso la F1 non è diminuito – ha dichiarato ad Autosport il responsabile del reparto corse Michelin, Pascal Couasnon, rinnovando con l’occasione il desiderio di poter godere di un regolamento meno restrittivo, sull’esempio di quanto accade nel WEC.

“Per dimostrare le nostre abilità – ha sottolineato il tecnico – vorremmo avere garantiti spirito di competizione, quindi il giusto mix di spettacolo e tecnologia, e la possibilità di portare il cerchio da 13 a 18 pollici. In questo modo, oltre a una gomma con prestazioni più costanti si avrebbe una maggior corrispondenza tra il prodotto produzione e quello sport”.

Quindi la “stoccata” finale: “In ultimo – ha concluso Couasnon – visto che l’intenzione è riportare azione in pista con i nostri pneumatici le monoposto diventerebbero più veloci di 1″5”. A buon intenditore…