Codice della Strada: guidare senza patente non è reato

(foto dal web)
(foto dal web)

Novità in vista per il Codice della Strada: dal 6 febbraio guidare senza patente non sarà più un reato, ma scatterà una sanzione pecuniaria da 5.000 a 15.000 euro per i conducenti di qualsiasi veicolo, dalla moto all’auto, dal ciclomotore al trattore.

Da sabato 6 febbraio entrerà in vigore la nuova normativa approvata dal Cdm il 15 gennaio che prevede la depenalizzazione del reato previsto dal codice della strada. Coloro che verranno fermati alla guida di un veicolo senza patente pagherà un multa salata più il fermo amministrativo del veicolo per tre mesi. La sanzione scatterà sia per chi non ha mai posseduto la patente, sia a chi è stata revocata, sia a chi guida un veicolo diverso da quello che è abilitato a guidare, sia a chi viaggia con la patente non rinnovata per mancanza di requisiti fisici a seguito della visita medica.

Fino ad oggi c’era il rischio di andare in galera, ma in realtà mai nessun guidatore sprovvisto di patente è mai finito in cella, quindi era necessario colmare un vuoto legislativo, onde evitare che il reato rimanesse impunito. Il salasso potrà essere pagato entro 5 giorni con lo sconto del 30% oppure entro 60 giorni per il totale della cifra.

Chi sarà beccato per la seconda volta senza patente scatterà il reato penale con l’arresto fino ad un anno e la confisca amministrativa del veicolo. Infine chi è stato già condannato per il reato di guida senza patente in passato avrà la completa cancellazione degli effetti penali. Per i procedimenti ancora in corso, invece, i giudici trasmetteranno gli atti alle Prefetture che chiederanno ai responsabili di pagare una sanzione amministrativa che cancella il procedimento.