MotoGP, Valentino Rossi: “Stoner vuole tornare a correre”

Casey Stoner Valentino Rossi
Casey Stoner e Valentino Rossi (©Getty Images)

Dopo tanti anni Valentino Rossi e Casey Stoner hanno condiviso nuovamente la stessa pista. E’ avvenuto nei recenti test MotoGP disputati nel circuito di Sepang, in Malesia. I due sono stati acerrimi rivali in passato e le loro battaglie sono rimaste impresse nella memoria di tanti appassionati.

Il pilota italiano ha l’obiettivo di tornare a vincere un titolo mondiale, sarebbe il decimo della sua carriera, e dunque lavora per poter combattere contro il velocissimo compagno Jorge Lorenzo. L’australiano, invece, è collaudatore Ducati e dunque vuole aiutare con la sua esperienza lo sviluppo della nuova moto. Ma c’è chi non esclude che possa tornare in pista, magari da wild-card almeno.

 

Valentino Rossi parla di Casey Stoner

Valentino Rossi nell’intervento riportato dal quotidiano Marca dopo l’ultimo giorno di test a Sepang ha parlato anche di Casey Stoner svelando che a suo avviso l’australiano è stuzzicato dall’idea di tornare in pista non solo per fare da collaudatore: “E ‘stato bello vedere un nuovo nome in alto alla classifica, insieme con il mio, quello di Lorenzo, Marquez e Pedrosa. Per me, vuole correre di nuovo. Non so cosa accadrà, ma renderebbe il campionato più interessante. Ci vedremo spesso in pista. In Qatar la Ducati va forte. Sarebbe uno dei migliori Gran Premi se lui volesse correre una gara”.

Il nove volte volte campione del mondo vedrebbe di buon occhio un ritorno in gara del ducatista. Sarebbe sicuramente un’attrazione importante per la MotoGP se nella corsa in Qatar che inaugurerà il campionato 2016 scendesse in pista. L’ipotesi wild-card è stata ventilata più volte e in casa Ducati sarebbero ben felici di dare una moto anche all’australiano, il quale magari con il tempo potrebbe anche valutare l’ipotesi di un ritorno a tempo pieno. Questo dipenderà molto da quelle che saranno le prestazioni della moto nel corso dell’anno. Se sarà competitiva, allora Casey Stoner potrebbe anche farci un pensierino. Altrimenti si accontenterà di fare il tester e di comparire in una o due gare del Mondiale.