MotoGP, Nicolas Goubert: “Nuove regole sulla pressione gomme”

Meccanico Michelin MotoGP
Meccanico Michelin (©Getty Images)

Nicolas Goubert, direttore tecnico Michelin Motorsport, sospetta che la gomma esplosa sulla moto di Loris Baz avesse una pressione inferiore a quella consigliata, causando una pericolosa caduta sul rettilineo a 290 km/h nella seconda giornata di test ufficiali a Sepang.

Lo pneumatico di Loris Baz sarà trasportato da un tecnico a Clermont-Ferrand, in Francia, dove sarà analizzato attentamente per cercare di accertare le cause dello scoppio. Ma il responsabile della Michelin sembra avere giù un’ipotesi abbastanza plausibile anche se sarà difficile accertarlo. Eppure Goubert ha sottolineato che Avintia aveva portato indietro degli pneumatici posteriori Michelin prima di questo incidente e il livello di pressione era di 1,45 bar contro il limite di 1,5 prescritto, forse per migliorare la stabilità della moto.

“Non voglio trarre conclusioni prima di un esame approfondito a Clermont Ferrand. Pertanto vedremo il pneumatico attentamente. E’ nostro dovere evitare ogni rischio. Ma i fatti sono sul tavolo: abbiamo distribuito qui a Sepang 200 pneumatici con il composto A, solo in due casi ci sono stati problemi ed entrambi gli incidenti sono avvenuti con la stessa moto”, ha detto Nicolas Goubert in un’intervista a Speedweek.com.

Per il fornitore francese è difficile riuscire a controllare la pressione di tutte le gomme prima che vengano utilizzate in pista: “Non possiamo controllare la pressione in qualsiasi momento, in ogni pneumatico… Ma voglio dire che non biasimo Avintia. Teoricamente, vi è infatti la possibilità che il pneumatico sia sceso a 1,45 a causa di una piccola foratura o di una valvola difettosa”. Ma aggiunge: “Se abbiamo fissato un limite, allora deve essere rispettato. Non abbiamo potuto rilevare alcun reato in quanto i team privati ​​non hanno sensori per la pressione dei pneumatici. Ma ora chiediamo a IRTA e Dorna di cambiare le regole. Tutte le squadre – ha concluso il responsabile della Michelin – saranno tenuti a registrare queste informazioni sulla pressione dei pneumatici per motivi di sicurezza”.