Test Sepang, Jorge Lorenzo: “L’inizio è molto incoraggiante”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

La stagione 2016 comincia sotto una buona stella per il team Movistar Yamaha: nella prima sessione di test precampionato a Sepang Jorge Lorenzo dimostra di avere il miglior passo gara, inseguito da Valentino Rossi con circa un secondo di gap. In attesa della terza e ultima giornata la Casa di Iwata può dire di aver trovato subito il giusto feeling con le gomme Michelin e la centralina unica.

Il pilota maiorchino è riuscito ad adattarsi meglio di chiunque altro alle gomme dell’azienda francese, trovando quasi un aiuto in più per il suo stile di guida. Le Honda inseguono e patiscono ancora il motore troppo aggressivo, ma sono dettagli che possono limarsi nei prossimi test. Nella seconda giornata il campione del mondo ha rimediato anche una caduta alla curva 5 del circuito malesiano, ma nè il pilotà nè la YZR-M1 hanno riportato conseguenze.

 

“Oggi, dopo l’incidente di Baz non abbiamo potuto più utilizzare la gomma posteriore morbida, così ho dovuto adattare la mia corsa – ha raccontato Jorge Lorenzo -. E’ stato un po’ difficile, ma abbiamo continuato ad avere un buon feeling a parte l’incidente che ho avuto a causa delle temperature alte e della gomma anteriore dura, che sembra essere un po’ peggio per me. Nel pomeriggio, quando abbiamo messo la gomma più morbida ho riacquistato di nuovo la sensazione che ho avuto ieri e sono riuscito a continuare ad essere il pilota più veloce in pista. Anche con la gomma dura abbiamo potuto migliorare il mio tempo di ieri di mezzo secondo, questo è un buon punto. Proseguiamo avendo grande margine sul resto – ha concluso – e questo è molto incoraggiante”.

 

Le sensazioni di Valentino Rossi

Buona giornata anche per Valentino Rossi, sesto nel day 2, lamentando ancora un certo distacco dal compagno di squadra ma evidenziando un gran passo gara. Del resto il Dottore non è un pilota da “giro secco”… Ha trascorso il pomeriggio a testare varie opzioni di gomme e ha completato un totale di 54 giri, fermando il crono a 2’01″021.

“Sono abbastanza contento, è stata una buona giornata. In un primo momento è stato difficile, perché c’era un sacco di lavoro da fare, ma sono abbastanza soddisfatto, soprattutto perché abbiamo migliorato molto il setting della moto – ha dichiarato il campione di Tavullia -. Il mio passo e il mio miglior giro sono migliorati in modo significativo, quindi per questo motivo è stato un buon giorno. Abbiamo raccolto un sacco di nuovi importanti dati che aiuteranno a decidere quale strada dobbiamo seguire. Di certo avremo un sacco di cose da fare. Ho provato alcuni pneumatici nel pomeriggio, alcuni erano buoni, alcune cose erano male, ma penso che anche la Michelin ha fatto un buon lavoro. Al momento – ha concluso Rossi – sto passando più tempo sulla moto più simile al modello del 2015”.