Test Sepang: Aprilia lavora sull’elettronica aspettando la nuova moto

Stefan Bradl
Stefan Bradl (© Getty Images)

Il team Aprilia chiude la seconda giornata di test IRTA a Sepang portando a termine una buona mole di lavoro con Alvaro Bautista che ha percorso 52 giri e Stefan Bradl 45 giri. La Casa di Noale ha potuto testare varie opzioni di gomme e un nuovo pacchetto elettronico in attesa del debutto della nuova moto a metà febbraio in un test privato in Qatar.

In una giornata contraddistinta dall’incidente rimediato da Loris Baz, che ha costretto tutti i piloti ai box per oltre un’ora e a fare a meno della gomma soft bandita provvisoriamente dalla Michelin, il team Aprilia è riuscito a portare a termine il lavoro in programma, riuscendo a ridurre il gap dal vertice passato dai 3 secondi di lunedì ai 2 di oggi.

“Anche oggi ci siamo concentrati sulla nuova elettronica che per noi rappresenta l’obiettivo principale – ha spiegato Alvaro Bautista -. Dobbiamo trovare una buona base, sulla quale poi lavorare nei dettagli, e al momento non possiamo ancora dire di esserci riusciti. Abbiamo analizzato anche alcune nuove proposte di gomma anteriore, trovando qualche miglioramento in alcune fasi. Stiamo lavorando molto, la crescita non è semplice ma un passo alla volta continuiamo a procedere”.

“Per ora le cose vanno abbastanza bene. Arrivare qui a Sepang, con questo caldo, per il primo test non è fisicamente facile ma sono sempre felice di tornare a guidare dopo la pausa – ha detto Stefan Bradl -. Stiamo cercando di svolgere quante più prove possibile, su elettronica e gomme, per portare avanti il lavoro. Molte cose che proviamo qui saranno utilissime alla nuova moto, specialmente per quanto riguarda l’elettronica abbiamo ancora molto margine”.