MotoGP Sepang, Andrea Iannone: “Mi aspetto di fare progressi”

Andrea Iannone (© Getty Images)
Andrea Iannone (© Getty Images)

 

 

Dopo una pausa invernale durata oltre due mesi, i piloti del team Ducati sono scesi quest’oggi in pista insieme a tutti gli altri protagonisti del Campionato mondiale MotoGP per la prima sessione di test IRTA dell’anno. Andrea Iannone e Andrea Dovizioso hanno avuto a loro disposizione sia una GP15 che la nuova Desmosedici GP, che aveva già esordito in pista lo scorso mercoledì proprio a Sepang con il collaudatore Michele Pirro.

In mattinata i piloti ufficiali di Borgo Panigale si sono concentrati soprattutto sulla messa a punto della nuova elettronica della GP15, girando costantemente con un buon passo e raccogliendo informazioni utili da trasferire sulla nuova moto. Dopo una pausa, verso le 16.30 del pomeriggio sono saliti entrambi sulla nuova Desmosedici GP, ancora con carene nere. Dopo circa un’ora, però, un pesante nubifragio ha messo fine alla prima giornata.

 

Buona la prima

Le impressioni dei due piloti del Ducati Team sono state positive, nonostante abbiano completato solo pochi giri con la moto 2016. “Devo dire che oggi è andata abbastanza bene, perché sono tornato in sella dopo più di due mesi, e sono sempre stato vicino ai primi tutto il giorno – ha dichiarato a caldo Andrea Iannone, come riporta il sito ufficiale del team – . Oggi non abbiamo fatto grandi modifiche o stravolgimenti dal punto di vista del setting, ma ci siamo concentrati più che altro a ritrovare gli automatismi e il ritmo in sella alla moto, cercando di capire il modo migliore di sfruttare le gomme Michelin”.

L’obiettivo per i prossimi giorni è quello di proseguire nella stessa direzione: “Dobbiamo continuare così – afferma il pilota di Vasto – : abbiamo ancora due giorni a disposizione in cui mi aspetto di fare dei progressi e capire la nuova Desmosedici GP a fondo. Oggi abbiamo fatto solo pochi giri con la nuova moto, ma per il momento siamo soddisfatti”.

 

La parola ad Andrea Dovizioso

Anche il compagno di squadra Andrea Dovizioso si è detto soddisfatto dell’esito del day 1: “Sono contento del buon feeling che ho stabilito subito con la nuova Desmosedici GP. Ci sono dei lati positivi che sono riuscito a riscontrare subito: una buona maneggevolezza, una maggiore precisione sia nei cambi di direzione che in inserimento di curva, e ho trovato anche altri miglioramenti nel comportamento generale della moto”.

Certo, il forlivese è ancora lontano dai piazzamenti che “contano”. “Purtroppo non ho avuto l’occasione di poter spingere a fondo e ottenere tempi migliori per la mole di cose che avevamo da provare oggi e per le condizioni che abbiamo incontrato sul finire della giornata – ammette , visto che ha iniziato a piovere e non siamo riusciti ad utilizzare le gomme Michelin più performanti. L’importante era avere subito un buon feeling con la nuova moto, adesso abbiamo due altri giorni per lavorare e portare al limite la Desmosedici GP”.

 

Aspettando  Casey Stoner

Oggi è sceso in pista sulla GP15 anche Michele Pirro del Ducati Test Team, che ha continuato il suo lavoro di sviluppo già programmato. “Questa mattina ho portato avanti lo sviluppo di un nuovo componente e quindi c’era la necessità di uscire e rientrare nel box varie volte – ha commentato il collaudatore al termine della prova – . Dopo pranzo abbiamo verificato l’efficacia di alcuni nuovi strumenti di misura installati sulla moto e verso la fine della giornata abbiamo fatto un paio di prove di set-up”. Il suo “rimpianto” è identico a quello dei due Andrea: “Purtroppo non ho avuto la possibilità di fare un giro veloce per avvicinarmi agli altri perché negli ultimi minuti, quando mi stavo mettendo il casco, ha cominciato a piovere”.

L’appuntamento è per domani, seconda giornata di test, quando oltre ai piloti ufficiali scenderà di nuovo in pista anche il due volte campione del mondo Casey Stoner, che utilizzerà la GP15 del Test Team al fine di dare ulteriori indicazioni utili alla squadra.