Audi Q2: la nuova frontiera dei piccoli Suv

Audi Q2 (foto Auto Express)
Audi Q2 (foto Auto Express)

 

Sarà un modello derivato dalla piattaforma MQB a sancire il debutto dei Quattro Anelli nel mercato dei piccoli Suv. Il nuovo Audi Q2 – questo il nome dell’attesissima new entry – verrà presentato a Ginevra all’imminente Salone dell’Auto di Ginevra.

 

Un'”arma” di conquista

Oltre a essere il più piccolo suv della Casa dei Quattro Anelli, l’Audi Q2 è concepito come una nuova “arma” per la conquista di altre fette di mercato in ambito premium. Primo prodotto firmato dal nuovo responsabile del design Marc Lichte – che alla fine del 2013 era subentrato a Wolfgang Egger, braccio destro di un altro ex di primissimo piano del Gruppo Volkswagen, Walter de Silva – il nuovo Q2 si caratterizza per una serie di elementi stilistici innovativi, come il differente trattamento del frontale (anticipato in parte dal concept Prologue) e punta a diventare il riferimento “di lusso” nell’affollato segmento dei piccoli Suv, che spazia dalla Fiat 500X alla Jeep Renegade, fino alla Renault Captur.

Certo è che l’Audi Q2, nonostante le dimensioni contenute, vnta una “discendenza” illustre, essendo derivata dalla piattaforma MQB dell’Audi A3 e di tanti altri modelli del gruppo di fascia superiore.

Secondo quanto anticipano i colleghi di Auto Express, la gamma dovrebbe comprendere una variante a trazione anteriore e una con schema di trazione integrale “quattro”, con ampia scelta di motori turbo a benzina (1.0, 1.4 e 2.0) e turbodiesel (1.6 e 2.0), nell’intento di soddisfare, all’interno di quello che è un segmento di mercato in costante crescita, ogni tipo di richiesta da parte della clientela.

Per il momento non sono previste né una variante ibrida né una sportiva SQ2, ma non è escluso che in futuro Audi non decida di ampliare l’offerta con questi e altri aggiornamenti. L’arrivo in concessionaria è previsto nel corso della prossima primavera. I prezzi, invece, non sono ancora stati comunicati.

Un’ultima nota di “colore”: prima di dare il nome ufficiale, Audi Q2, la casa di Ingolstadt ha dovuto trovare un accordo, che si vocifera essere stato molto oneroso, con Fca dato che le sigle “Q2” e “Q4” erano rispettivamente di Alfa Romeo e Maserati.