MotoGP, Jorge Lorenzo: “Voglio tornare più veloce possibile”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Il campione del mondo Jorge Lorenzo cercherà di non cedere il titolo faticosamente guadagnato nel 2015, ma prima dei test Irta di Sepang in programma da lunedì 1 febbraio è impossibile avanzare pronostici.

Troppe le novità in pista da questo campionato, a cominciare dalle gomme Michelin e dalla centralina unica Magneti Marelli, che potrebbero rivoluzionare gli equilibri tra big e inseguitori, tra moto ufficiali e satelliti. Del resto le nuove leggi della MotoGP servono proprio a rendere più emozionanti i Gran Premi.

Prima della pausa invernale la Honda ha rilevato dei grandi problemi all’elettronica, mentre la Ducati è sembrata trovarsi a proprio agio sin da subito. Ma Jorge Lorenzo non crede a nessuna previsione, almeno fino a quando non si chiuderà la prima sessione di test precampionato. Sono in molti a credere che il team di Borgo Panigale possa lottare costantemente al vertice con Andrea Iannone e Andrea Dovizioso: “Io non credo in queste previsioni”, ha dichiarato il pilota spagnolo della Movistar Yamaha come riporta il sito Speedweek.com.

“Abbiamo testato tutti insieme a Valencia, dove i piloti Honda sono stati molto potenti nel settore 1 e 3. Sembra che abbiano qualche problema, ma a Sepang avremo di nuovo problemi con la nuova elettronica lavoro”, ha anticipato Lorenzo. “Con la centralina standard, sarà difficile ritornare rapidamente al livello precedente, quindi dovremmo essere tutti un po’ più lenti – ha proseguito il campione del mondo -. Anche Suzuki sembra essere molto forte, della Ducati non abbiamo avuto informazioni complete su quali componenti hanno usato. Solo dopo i test a Sepang e in Australia ne sapremo di più. Sono molto emozionato e impaziente di essere in grado di andare il più velocemente possibile”.