Nicky Hayden: “Superbike più divertente della MotoGP”

Nicky Hayden
NIcky Hayden (©Getty Images)

Nicky Hayden ha lasciato la MotoGP per approdare in Superbike dopo alcuni anni in cui non era più protagonista. Le ultime stagioni sono state frustranti per lui, che ha vinto pure un titolo mondiale nel 2006 battendo Valentino Rossi.

Nel 2016 corre nella categoria delle derivate di serie in sella alla Honda, moto che sulla carta è inferiore alle principali concorrenti come Kawasaki e Ducati, ma lui intende spremere il massimo da essa e raggiungere buoni risultati in attesa di guidare l’anno prossimo la nuova moto a cui sta lavorando la casa di Tokio.

 

Nicky Hayden motivato per l’avventura in Superbike

Il pilota americano non è affatto pentito della sua decisione ed è sicuro che si divertirà molto: “La moto è divertente da guidare, forse anche più di una MotoGP. “La MotoGP ha molta più potenza, ma l’elettronica qui è molto meglio di quella che avevo l’anno scorso nella Honda Open – riporta Speedweek – . Mi piace. Abbiamo ancora bisogno di capire molto, ma è divertente da guidare questa moto”.

Nicky Hayden ci ha poi tenuto a chiarire che non è venuto in Superbike per svernare, ma per dare il massimo e magari anche vincere se ne avrà la possibilità: “Voglio fare bene, io non sono qui per avere una pensione o fare un tour di alto livello – si legge su Crash.net -. Voglio essere il più competitivo possibile, ma è difficile dire quanto lo sarò fino a quando non sarò in pista. Sono felice di essere qui, ho una buona occasione e sono felice di continuare a correre, così cercherò di divertirmi un po’”.

L’ex campione del mondo MotoGP ha ben chiare le idee in merito ai suoi obiettivi futuri: “Il mio obiettivo per la fine dell’anno è quello di avere un sorriso sul mio volto e di essere pronto per il prossimo anno con la nuova moto. Ho un contratto di due anni e mi accorgo di avere molto da imparare quest’anno, ma si spera che possa essere quello utile per costruire quello il prossimo anno”. Nicky Hayden dà uno sguardo già al 2017 ed è inevitabile, dato che la Honda gli darà una moto completamente nuova e lui vorrà puntare al titolo.