F1, Adrian Newey: “Il dominio del motore è negativo”

Adrian Newey
Adrian Newey (©Getty Images)

Il 2016 sarà un Mondiale di F1 all’insegna di Ferrari e Mercedes. A confermare i pronostici della vigilia è l’ingegnere inglese della Red Bull Adrian Newey, stratega e artefice dei quattro titoli vinti da Sebastian Vettel dal 2010 al 2013.

Il progettista Adrian Newey è preoccupato per il futuro prossimo del Circus e mette in guardia: “Bisogna trovare un equilibrio tra telaio, motore e pilota, ma attualmente il dominio del motore non è una cosa buona”. A dirlo è il genio dell’aerodinamica che ha vinto titoli iridati con tre differenti squadre, a dimostrazione dello spessore del suo apporto. Ma con il cambiamento di regolamento il vento adesso soffia dalla parte delle Mercedes e Ferrari, da quando sono stati introdotti i motori ibridi V6 da 1,6 litri che hanno preso il posto dei vecchi V8 da 2,4 litri.

In un’intervista al quotidiano “The Hindu” Adrian Newey ha ricordato che “anche se abbiamo vinto quattro titoli, nel 2010 e nel 2012 sono state combattuti fino all’ultima gara per il titolo mondiale… I vantaggi del telaio e dell’aerodinamica sono molto rapidamente evidenti non appena si va in pista in modo che gli avversari possano adeguarsi ai tuoi trucchi. Con il motore non è possibile. Può succedere solo se si investono enormi quantità di denaro e si arruolano le persone giuste. Ferrari è stata in grado di compiere un importante passo avanti a partire dal 2014 fino al 2015, anche grazie all’arrivo di tecnici Mercedes”.

Che 2016 sarà secondo lo stratega inglese? “Speriamo che possiamo mantenere inalterato il gap dalla Ferrari e Mercedes, ma potrebbe anche darsi che saremo ancora più lontani rispetto all’anno scorso”. Ma fino a quando non si scenderà in pista sarà difficile fare previsioni…