Tom Sykes
Tom Sykes (©Getty Images)

Tom Sykes è senza dubbio uno dei piloti più forti presenti nel campionato Superbike. Ha vinto un titolo nel 2013, si è posizionato secondo nel 2012 e 2014, ha concluso terzo il 2015. Il binomio con la Kawasaki funziona.

Il centauro britannico viaggia verso i 31 anni e quest’anno si candida tra i favorito per la vittoria del titolo SBK, vinto nella passata stagione dal compagno di squadra Jonathan Rea. I due giorni di test a Jerez li ha conclusi entrambi da leader, segnale della sua voglia di riconquistare la corona iridata e magari sognare anche anche un futuro approdo nella MotoGP.

La classe regina del Motomondiale non l’ha mai preso in considerazione, ma lui spera ancora di potervi esordire nonostante la non più giovanissima età e di farlo magari proprio in sella alla Kawasaki, visto che la scuderia in futuro potrebbe considerare tale ipotesi. Queste le sue parole ai microfoni dei colleghi di Omnicorse: “Mi piacerebbe molto che questo accadesse e mi piacerebbe altrettanto far parte del loro progetto se esistesse. Ma sono un ragazzo realistico e sono concentrato su quello che abbiamo in questo momento. Mi piacerebbe provare a correre in MotoGP, perché penso che potrei fare bene con quel tipo di moto. Mi piacerebbe avere la possibilità, ma se non dovesse arrivare non sarebbe un dramma. “.

La Kawasaki per la MotoGP non ha programmi al momento e lo ha dichiarato apertamente qualche mese fa. Per Tom Sykes l’approdo in MotoGP può risultare complicato. Una moto potrebbe anche riuscire a trovarla, ma non certo in un team competitivo. Rischierebbe di ritrovarsi a lottare per posizioni marginali. Quindi è meglio che rimanga in Superbike, dove invece è protagonista e può vincere. Il treno della classe regina del Motomondiale è ormai passato, adesso è troppo tardi per tentare di salirci.