MotoGP, Scott Redding: “ECU e Michelin? Nessun problema”

Scott Redding
Scott Redding (© Getty Images)

Dopo due stagioni in sella ad una Honda Scott Redding è saltato sulla Ducati del team Pramac Racing, dove nel 2016 affiancherà il talentuoso Danilo Petrucci. Il pilota britannico dopo aver conquistato il primo podio in MotoGP ha l’obiettivo di ripetere l’impresa e non mollare la presa dalla testa del gruppo.

Il primo impatto con la Desmosedici è stato più che positivo nel corso dei test di Jerez dello scorso novembre, riuscendo a chiudere davanti a Marc Marquez, al compagno di squadra Petrucci e ai piloti ufficiali Dovizioso e Iannone. Erano semplici prove con le gomme Michelin, ma tra la Rossa e Redding l’amore sembra sbocciato a prima vista.

“Mi piace il posizionamento sulla moto. Il raccordo con la moto è veramente buono. Mi piace l’erogazione di potenza e fondamentalmente come funziona il tutto – ha detto in un’intervista a Crash.net -. Inoltre mi piace il modo in cui la squadra lavora, molto calmo ma molto produttivo e non c’è pressione estrema”. Passare da Honda a Ducati non si è rivelato un trauma e questo è già un ottimo inizio. Inoltre nessun problema con Michelin e centralina unica: “Mi piace la sensazione delle Michelin. L’elettronica non la sento molto diversa rispetto ai componenti elettronici che ho usato prima, quindi mi sento tranquillo”:

Dichiarazioni quasi controcorrente rispetto a quelle degli altri piloti, ma che cercano conferma nel test IRTA di Sepang in programma dall’1 al 3 febbraio: “In Malesia è difficile perché diventa molto caldo e umido e la pista diventa scivolosa, i tempi sul giro scendono. E’ difficile migliorare, ma è possibile ottenere il feeling nelle condizioni di caldo e lavorare su giri costanti, ed è quello su cui voglio concentrarmi per il momento”.

Il team Ducati quest’anno potrà inoltre contare su un collaudatore come Casey Stoner, un grande aiuto per squadra ufficiale e satelliti. L’australiano sabato e domenica girerà a Sepang e potrebbe dare indicazioni importanti in vista del primo test precampionato, ma Scott Redding sembra concentrato solo suo lavoro: “Sono concentrato su di me in questo momento e sono interessato a correre secondo il mio stile, per il momento”.

Le polemiche tra Valentino Rossi e Marc Marquez potranno in un certo senso influire sul prossimo Mondiale? “Non so cosa avrei fatto nella medesima situazione. Penso che la mossa di Rossi, con Marc, era un po’ cattiva, ma è quello che è stato. Non sono stato coinvolto. Non mi tocca giudicare e vedremo cosa succederà quest’anno”.