Lamborghini Centenario LP770-4: un “giocattolo” da 2,2 milioni

(© TopSpeed)
(© TopSpeed)

Sarà presentata agli inizi di marzo al Salone Internazionale dell’Auto di Ginevra la Lamborghini Centenario LP770-4, nuovissima hypercar che la storica Casa italiana ha deciso di mettere in produzione in occasione del centenario della nascita del suo fondatore. Un’edizione super esclusiva, limitata ad appena 40 esemplari, tutti già venduti a 2,2 milioni di euro ciascuno.

 

L’annuncio ufficiale

La notizia era stata anticipata qualche giorno fa e ora se ne è avuta la conferma ufficiale. La nuova hypercar che Lamborghini presenterà agli inizi di marzo al Salone di Ginevra per celebrare i cento anni dalla nascita del fondatore Ferruccio Lamborghini (28 aprile del 1916) prenderà il nome di Centenario LP770-4. Ad annunciarlo è stato il presidente e Amministratore delegato di Automobili Lamborghini, Stephan Winkelmann, in alcuni recenti incontri con la stampa, come riportato nelle interviste pubblicate da AutoExpress e DigitalTrend.

Lo stesso Winkelmann ha precisato che la nuova Lamborghini sarà costruita in 20 esemplari come coupé e altri 20 come roadster, e sarà caratterizzata da un “design completamente diverso da quello della Huracan e della Aventador”. E a colloquio con Digital Trend ha raccontato di avere personalmente presentato l’auto, durante la settimana di Pebble Beach dello scorso anno e in un successivo tour nel mondo, a una selezionatissima rosa di clienti e di aver già venduto tutta la produzione programmata.

La simulazione del modello realizzata dal magazine TopSpeed conferma questa anticipazione, evidenziando linee più morbide e meno “nette” rispetto a quelle delle attuali supersportive del Toro.

Sul prezzo non è stato ancora rivelato nulla di ufficiale, ma dovrebbe aggirarsi attorno ai 2,2 milioni di euro: una cifra da capogiro, giustificata (anche) dalle prestazioni al top di questo modello dalla costruzione “leggera” interamente in fibra di carbonio (0-100km/h in 2,7 secondi). Un “giocattolo” che decisamente non è per tutti…