MotoGP, Vito Ippolito: “Rossi-Marquez? Il regolamento cambierà”

Valentino Rossi e Marc Marquez
Valentino Rossi e Marc Marquez (© Getty Images)

Quanto successo tra Valentino Rossi e Marc Marquez preoccupa non poco FIM e Dorna. Nel giorno della presentazione della nuova Yamaha YZR-M1 le tensioni tra i due piloti della MotoGP non sembrano essersi stemperate, complice anche un vuoto regolamentare che andrà colmato quanto prima.

Vito Ippolito, presidente FIM, in un’intervista al ‘Marca’ ha annunciato che al termine di diverse riunioni invernali sta per arrivare un nuovo regolamento, pur sottolineando che il Motomondiale è al top della sua forma storica. La stampa spagnola ha evidenziato il tono polemico del Dottore nella sua ultima apparizione pubblica a Barcellona, quando il team Yamaha ha svelato la nuova livrea del 2016.

“Stiamo parlando di esseri umani. Ci sono cicatrici che rimangono – ha detto Ippolito -. Continuiamo a parlare con loro. Chiacchierare meno del 2015 sarà meglio per l’ambiente. Naturalmente, nella loro vita privata non possiamo fare nulla, ma sono personaggi pubblici e dobbiamo capire che più si parla peggio è per il motociclismo. Ovviamente non si può smettere di parlare, questa è una democrazia. Essi hanno una responsabilità in questo senso, anche se persistono rancori”.

Ma Fim e Dorna stanno lavorando in stretto contatto per raggiungere un unico obiettivo, il rispetto reciproco: “Parleremo con i piloti fino all’inizio del campionato. Le dichiarazioni sono una cosa, e già hanno conseguenze, altra cosa sono gli atteggiamenti in pista. Siamo molto attenti. Quindi vogliamo migliorare il regolamento… non permetteremo comportamenti che portano a questi fini. Se i bambini vedono questo, credono che può essere fatto e non è così. La cosa più importante è la sicurezza in pista. Quindi cambiamo le regole”.

Ma sarà possibile un giorno vedere Marc Marquez e Valentino Rossi stringersi la mano? “Vedremo. Non lo so. Sarebbe possibile per lanciare un messaggio di pace. Spero di sì – ha concluso Vito Ippolito -, che un giorno avvenga”. E intanto la telemetria Honda relativa al Gran Premio della Malesia 2015 resta nelle mani della FIM e non verrà pubblicata per non alimentare ulteriori polemiche.