SBK: Yamaha in pista, Alex Lowes analizza la spalla

Alex Lowes
Alex Lowes (© Getty Images)

Il team Pata Yamaha SBK di Alex Lowes e Sylain Guintoli è stato presentato pochi giorni fa a Barcellona, poche ore dopo la presentazione del team ufficiale Yamaha MotoGP, ma oggi e domani ritorna in pista per due giorni di test a Portimao, mentre il 26 e il 27 gennaio si trasferiranno a Jerez de la Frontera.

Quattro giorni di test fondamentali prima di iniziare la nuova avventura mondiale in Australia, dove la prima tappa è in programma dal 26 al 28 febbraio. Saranno prove importanti soprattutto per Alex Lowes che dovrà capire il suo reale stato di forma dopo l’incidente rimediato a Jerez lo scorso novembre.

“Non vedo l’ora di fare i test e capire come posso guidare dopo l’infortunio alla mia spalla. Se posso guidare ad un buon livello ci sono un sacco di cose su cui dobbiamo lavorare, altrimenti mi metterò con il pensiero tranquillo e farò ancora un po’ di fisioterapia e mi concentrerò sull’inizio della stagione in Australia. Non vedo l’ora di tornare sulla YZF-R1 dopo un grande lancio – ha dichiarato Lowes -, se la mia spalla è ok allora potrò divertirmi tanto”.

“Dopo l’eccitazione della scorsa settimana è un bene metterci al lavoro in pista, con quattro giorni per testare la YZF-R1 a Portimão e Jerez – ha detto Sylvain Guintoli -. Abbiamo un bel po’ di lavoro da fare in preparazione della prima gara dell’anno a Phillip Island il prossimo mese. Non vedo l’ora di tornare in moto, lavorando sodo con i ragazzi e ottenere il meglio della Yamaha prima di dirigerci in Australia”.