Rally Montecarlo: Sebastien Ogier colpisce ancora

Sebastien Ogier (© Getty Images)
Sebastien Ogier (© Getty Images)

La prima giornata del Rally di Montecarlo che apre ufficialmente la stagione ha visto il britannico della Citroen Kris Meeke scavalcato dal campione del mondo della Volkswagen Sebastien Ogier solo nell’ultima speciale, al termine di un sudatissimo duello sudatissimo. E i due protagonisti di questo venerdì sembrano essere gli unici a potersi giocare la vittoria finale.

 

Partenza sprint

C’è dunque il tre volte iridato in testa dopo la seconda giornata del Rally di Montecarlo che ha inaugurato i giochi del Mondiale: il pilota di Gap sulla “evoluta” Volkswagen Polo R ha avuto la meglio nell’avvincente botta e risposta con il brillante rivale al volante della Citroen DS3 2015.

Ogier ha un vantaggio di appena 9’’5 sul pilota britannico: una bazzecola con tanti km di speciali da disputare, anche tenendo presente l’insidia del ghiaccio. Fatto sta che l’epilogo della prima prova del mondiale non era per nulla scontato.

Dopo un giovedì in ombra rialza la testa pure Jari-Matti Latvala (Volkswagen Polo R): il finlandese ha approfittato di un testacoda del suo compagno di squadra Andreas Mikkelsen per soffiargli la terza posizione. Il norvegese è riuscito a gestire la pressione esercitata da Thierry Neuville sulla nuova Hyundai i20, che chiude la top five. In netta difficoltà, invece, con la vettura della Casa coreana, Dani Sordo, che dovrà impegnarsi nei prossimi giorni a trovare il giusto assetto. A tenere la Ford nelle prime posizioni è Mads Ostberg, sesto.

A farne notizia oggi è stata anche l’apertura di stagione col “botto” di Robert Kubica (Ford Fiesta). L’ex F1 ha centrato in pieno un albero nella prima speciale di giornata ed è stato costretto al ritiro. Stessa sorte è toccata a Hayden Paddon, che ha danneggiato una sospensione della sua Hyundai i20 finendo contro un albero.

Ritiro anche per il “nostro” Lorenzo Bertelli su Ford Fiesta ed Eric Camilli sulla vettura gemella. Giornata da dimenticare, infine, per Ott Tanak (Ford Fiesta) che paga un errore nella PS6.

Domani sono in programma cinque speciali per un totale di 172,75 km cronometrati, con un doppio passaggio sui 51,55 km della Lardier Et Valenca – Faye, la speciale più lunga del rally del Principato. Da seguire!