Colpo da 30mila euro al Magazzino Ferrari di Maranello

Logo Ferrari (© Getty Images)
Logo Ferrari (© Getty Images)

 

Colpo grosso, ma con lieto fine, nel magazzino Ferrari di Maranello. Nella notte tra il 7 e l’8 gennaio scorsi lo stabilimento è stato preso di mira dai ladri, che hanno prelevato un “bottino” di circa 30.000 euro di valore. Dopo le indagini di rito, la merce è stata ritrovata in un locale di Modena.

 

Un piano (quasi) perfetto

Con un colpo studiato fin nei minimi dettagli, i ladri erano riusciti a intrufolarsi nel magazzino logistico della Ferrari, a Maranello, riuscendo a portare via un bel po’ di merce che avrebbe fatto gola a qualsiasi appassionato del Cavallino Rampante, depositandola in un luogo considerato sicuro.

Dopo qualche settimana, però, e a seguito di una serie di indagini che hanno messo i carabinieri sulle loro tracce, le forze dell’ordine hanno recuperato il bottino, circa 30.000 euro di pezzi originali Ferrari.

Il colpo è stato messo a segno la notte tra il 7 e l’8 gennaio da due malviventi, come testimoniato dalle immagini delle videocamere di sorveglianza visionate dai militari dell’Arma. Dopo essere riusciti a beffare l’inviolabilità dell’area Ferrari, i due hanno caricato la merce su un furgoncino e si sono dileguati.

Nel giro di qualche giorno, tuttavia, i carabinieri sono riusciti a risalire al “covo” dove era stato nascosto il prezioso bottino griffato, un locale in via dell’Aeroporto di Modena, di pertinenza della casa di un giovane rumeno che è stato a sua volta denunciato per ricettazione.

Tra la merce rubata dai due ladri c’erano volanti, stemmi, tappi, specchietti, batterie, kit per le cinture e altri componenti Ferrari. Intanto le forze dell’ordine stanno portando avanti le indagini allo scopo di capire se il furto sia stato opera di una banda specializzata o eseguito su commissione.

Che la Ferrari (con tutti i suoi annessi e connessi) faccia gola a ladri e malviventi di ogni risma non è certo una novità (basti pensare al furto della Ferrari California messo a segno a Milano alla vigilia dello scorso Natale, solo l’ultimo di una lunga serie), ma almeno in questi casi il lieto fine è una piccola consolazione!