Pit Baumgartner (Bridgestone): “Esperienza incredibile con Valentino Rossi”

Valentino Rossi e Pit Baumgartner
Valentino Rossi e Pit Baumgartner (© Getty Images)

Pit Baumgartner è un ingegnere tedesco della Bridgestone che negli ultimi sette anni ha lavorato a stretto contatto con Valentino Rossi e Jorge Lorenzo nei box Yamaha. Dal 2016 lascerà la MotoGP dopo il passaggio al fornitore unico Michelin, ma conserva tanti ricordi di questa splendida avventura.

Pit Baumgartner era al fianco di Valentino Rossi quando nel 2008, al termine di una lotta per portare la Bridgestone in Yamaha, vinse il titolo mondiale. Era presente ai box Movistar Yamaha quando ha combattuto per la vittoria del decimo titolo iridato nella scorsa stagione, ha anche vinto tre titoli con Jorge Lorenzo. L’ingegnere tedesco ha un’esperienza quasi ineguagliabile sul comportamento delle gomme in pista, ma dal prossimo Mondiale non sarà più ai box perchè le MotoGP ‘calzeranno’ gomme Michelin e l’azienda francese metterà a disposizione i suoi esperti.

Nel 2008 era al lavoro per Valentino Rossi, ai tempi del muro nel box Yamaha, quando Jorge Lorenzo invece utilizzava le Michelin. “Il rapporto con la Yamaha è stato grande fin dall’inizio. A quel tempo, il capo corsa Furusawa era ancora lì. Il primo incontro con lui fu incredibile e indimenticabile”, ha ricordato Baumgartner a Speedweek.com. “Rossi era incredibilmente aperto. Abbiamo lavorato bene fin dall’inizio e parlato molto. Volevo sapere cosa volesse e di cosa avesse bisogno. Questo è stato fin dall’inizio una combinazione perfetta”.

Lavorare con il Dottore è stata una dura prova, non solo per l’esigenza di essere impeccabili, ma anche per la grande esperienza in campo, “spesso mi ha messo alla prova. Voleva scoprire a che punto ero con la mia esperienza. Questo è quello che ho notato. Voleva sapere se fossi alle prime armi o se avessi davvero esperienza”. Pit ha vinto due titoli con Rossi, tre con Lorenzo, ma lavorare con lo spagnolo inizialmente non è stato semplice dopo il passaggio al fornitore unico Bridgestone: “Con Lorenzo ho dovuto inpiegare un sacco di tempo fino a quando non ha avuto abbastanza fiducia… ho dovuto fargli capire che io lavoravo anche per lui, non solo per Rossi. E’ stato molto difficile all’inizio con Lorenzo perché forse pensava che non li trattasi allo stesso modo”.