Lamborghini, mai più cambio manuale sulle automobili

Logo Lamborghini
Logo Lamborghini (©Getty Images)

Svolta in casa Lamborghini. Le automobili stradali non saranno più dotate di cambio manuale. Il motivo? I clienti non lo richiedono più e pertanto non c’è più l’intenzione di utilizzarlo nei futuri modelli.

Stephan Winkelmann, CEO di Lamborghini, in un’intervista rilasciata al sito americano Motor Authority ha dichiarato: “La verità è che nessuno ci ha più chiesto un’auto con il cambio manuale. Quando sono arrivato in Lamborghini esso rappresentava ancora il 10% delle richieste e stiamo parlando di dieci anni fa”. Quindi già tempo fa c’era poca domanda e nel corso degli anni questa è calata ulteriormente fino a spingere la casa automobilistica a prendere una drastica decisione. La Murcielago e la Gallardo sono state le ultime ad essere dotate di cambio manuale.

La casa di Sant’Agata ha effettuato una scelta che non stupisce, visto che anche concorrenti come Ferrari, McLaren e Porsche hanno preso la medesima decisione proprio a causa delle poche richieste, le quali non giustificavano affatto l’investimento da effettuare.

Ma oltre a motivi relativi alle richieste e quindi all’ambito economico, ci sono anche spiegazioni di carattere tecnico per rinunciare alla trasmissione manuale ed è stato Maurizio Reggiani, Capo di Ricerca e Sviluppo di Lamborghini: “Il problema è la frizione, che rappresenta il punto debole del sistema”. Sull’agenzia Ansa nello specifico si legge che per gestire tutta la coppia con un manuale, quindi con una sola frizione, o si aumentano a dismisura le dimensioni di quest’ultima oppure il carico al pedale. La prima opzione è un problema per il contenimento dei pesi, la seconda per le capacità della maggior parte dei guidatori. ”Un cambio a doppia frizione, invece, permette di distribuire il carico – ha concluso Reggiani – oltre a essere gestito dall’elettronica e quindi a prova di errore”. Le motivazioni sono dunque di varia natura, come abbiamo visto.