Valentino Rossi: “Marquez ha deciso di non farmi vincere”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (© Getty Images)

Valentino Rossi non può dimenticare quanto successo nello scorso finale di stagione con Marc Marquez, in pista, e con Jorge Lorenzo, nelle dichiarazioni post Sepang. Nel giorno della presentazione della nuova Yamaha M1 2016 il pesarese ritorna a parlare del pilota di Cervera, invita tutti al rispetto reciproco, ma dimenticare quanto successo a Sepang e Valencia è forse impossibile.

Il campione di Tavullia è tornato a puntare l’indice contro Marc davanti alla stampa spagnola e di tutto il mondo, certo della sua tesi: “Marquez si lamenta che sono stato molto aggressivo con le mie dichiarazioni (alla vigilia del Gran Premio della Malesia), ma la verità è che lui aveva già deciso che il suo primo obiettivo era che io non vincessi la Coppa del Mondo”, ha detto Valentino Rossi come riportato da ‘Marca’.

Durante la presentazione delle nuove moto del team Movistar Yamaha a Barcellona il pesarese ha invocato rispetto tra piloti, pur chiedendosi cosa abbia spinto il pilota della Honda a comportarsi in un certo modo: “Mi sono spesso chiesto cosa gli è successo, forse sono stato il capro espiatorio per non sentirsi in colpa per aver commesso tanti errori e per non aver vinto il titolo”.

Sul suo rapporto con Lorenzo, ha detto che “l’atmosfera è buona”, si respira aria di armistizio coatto, ma ulteriori scintille potrebbero forse scoppiare con Marquez: “Fortunatamente Marquez non è nella mia squadra”, ha detto sorridendo il Dottore. “Nessuno si aspettava quello che è successo, non è mai accaduto in passato. L’organizzatore dovrà cercare di evitare in futuro”. E aggiunge: “Non tocca a me dire se il motociclismo ha perso credibilità o no”.

Non nega di aver pensato per un attimo all’addio al Motomondiale, troppa la delusione per il modo in cui si terminata la scorsa stagione: “E’ stato difficile da accettare. La prima idea era quella di dire’ basta ‘, ma vorrebbe dire arrendersi e volevo continuare ad essere competitivo”. A patto di familiarizzare subito con le novità regolamentari: “L’elettronica non è un problema. Siamo tutti sullo stesso livello e credo che i nostri tecnici stanno lavorando per migliorare. Sono più preoccupato per le gomme – ha aggiunto Valentino Rossi -, perché il cambiamento è importante… Con la Michelin, se si commette un errore, si paga. Ci concentreremo sulla guida”.