MotoGP Yamaha, Lin Jarvis: “Nel 2016 vogliamo il bis”

Jorge Lorenzo, Lin Jarvis e Valentino Rossi (© Getty Images)
Jorge Lorenzo, Lin Jarvis e Valentino Rossi (© Getty Images)

 

Il managing director della Yamaha Lin Jarvis ha approfittato della presentazione della nuova YZR-M1 a Barcellona per rivelare a un nutrito partner di giornalisti, addetti ai lavori e semplici appassionati della MotoGP cosa si aspetta da Valentino Rossi e Jorge Lorenzo per il Motomondiale 2016.

Sull’evento spagnolo ha ovviamente pesato come un macigno il ricordo della turbolenta gara di chiusura del Campionato 2015 a Sepang, con il durissimo scontro a colpi di parole (e non solo) tra il Dottore di Tavullia e il suo team mate maiorchino.

Lin Jarvis ha usato parole molto chiare: “Dai piloti ci aspettiamo rispetto – ha spiegato il manager, come riporta Speedweek.com – . Vogliamo che ci sia rispetto reciproco, anche nei confronti dei nostri avversari, oltre che verso la squadra e i tifosi. Questo è fondamentale. Se c’è rispetto, si può gestire qualsiasi cosa”. E questo senza nulla togliere alla competizione agonistica. “Si capisce che vogliamo tutti la stessa cosa: battere gli avversari”, spiega l’olandese.

 

Le aspettative per la nuova stagione

A chi gli chiede cosa si aspetta per la fine del 2016, Lin Jarvis risponde in maniera eloquente: “Voglio vedere gli stessi risultati dell’anno scorso, ma con un epilogo diverso. L’ultima stagione è stata in generale di ottimo livello. Alla fine purtroppo ci sono stati alcuni problemi, e su questo dobbiamo lavorare tutti insieme… Solo così potremo trovare delle soluzioni”.

L’obiettivo è quello di evitare in futuro polemiche e contrapposizioni come quelle che si sono viste lo scorso anno a Sepang. “I cambiamenti non sono di nostra competenza – precisa Jarvis – , ma ne stiamo parlando con di Dorna e FIM. Siamo coinvolti in queste discussioni. Abbiamo visto quel che è successo l’anno scorso. Ora dobbiamo lavorare per garantire che quella del 2016 sia ancora una volta una grande stagione, e che tutti possano apprezzarla”.

Quello di Jarvis non è certo un compito facile da svolgere, con due campioni come Jorge Lorenzo e Valentino Rossi nello stesso team. “E’ veramente una squadra da sogno – dice al riguardo il manager Yamaha – . Abbiamo i migliori piloti del mondo. E’ chiaro che le aspettative sono molto alte e che l’impegno per i piloti è molto gravoso. Ma credo che possiamo dare loro ciò di cui hanno bisogno. Se però a noi basta una vittoria di squadra, loro ne vogliono una personale: lottano per lo stesso premio. Questo non dobbiamo mai dimenticarlo”.

Quali sono gli obiettivi per il 2016? “In ogni stagione si inizia da zero – risponde Jarvis – . Ma abbiamo grandi aspettative, perché conosciamo il valore dei nostri piloti e ingegneri. Abbiamo in programma di ripetere il successo dell’anno scorso, e di conquistare tutti e tre i titoli per la sesta volta. Ma non dobbiamo sottovalutare i nostri avversari”.

Senza dimenticare poi i cambiamenti tecnici che si profilano all’orizzonte. “Michelin sostituirà Bridgestone – ricorda il manager – . E arriverà la nuova centralina standard. Per tutti i produttori sono queste le principali innovazioni. Quindi ci sono due elementi di incertezze”. Jarvis ribadisce che “gli avversari saranno forti”, e precisa: “Sappiamo che la Honda è sempre molto in gamba, ma anche la Ducati potrebbe esserlo. È difficile, ma anche molto, molto interessante”. “Siamo entusiasti – conclude – e vogliamo iniziare”.