Ferrari Top Design School Challenge: vince Manifesto (VIDEO)

Logo Ferrari (© Getty Images)
Logo Ferrari (© Getty Images)

 

 

La Casa di Maranello ha proclamato quest’oggi i vincitori della terza edizione del concorso Ferrari Top Design School Challenge, dove 12 scuole di design selezionate su un totale di 50 si sono contese l’ambito riconoscimento con il modello che sarà più votato da una giuria di esponenti Ferrari, designer, piloti e celebri collezionisti. Manifesto, Fl e de Esfera sono stati i modelli più apprezzati.

 

 

Il motore del 2040

Come anticipato qualche settimana fa qui su Tuttomotoriweb, la terza edizione del Ferrari Top Design School Challenge si è conclusa quest’oggi con la nomination dei progetti vincenti, eletti da una giuria selezionatissima. Il concorso che ha messo alla prova le quattro scuole di design nell’obiettivo di immaginare e disegnare la Ferrari del 2040 vede premiati tre modelli: Manifesto, FL e de Esfera.

La prestigiosa giuria selezionata da Ferrari, composta da diversi nomi importanti nel mondo dell’automotive e non solo (Nicola Boari, Franco Cimatti, Aldo Colonnetti, Rodolfo Gaffino Rossi, Jay Kay, Flavio Manzoni, Nick Mason, Andrea Militello, Paolo Pininfarina e Sebastian Vettel) è stata messa alla prova da una serie di progetti ambiziosi. La decisione dei giurati è stata però pressoché unanime: il Gran Premio Assoluto è andato a Manifesto, realizzato da sei studenti dell’ISD-Rubika di Valenciennes. La motivazione del riconoscimento è chiara e semplice: il modello “ha convinto per la completezza del lavoro svolto e la capacità da parte degli studenti di avere una visione completa della vettura tra esterno, interno e meccanica”.

Premiato con una menzione speciale anche l’allievo russo Roman Egorov, della Hochschule Pforzheim, che ha partecipato al concorso con il progetto FL, dedicato esclusivamente agli interni. “Lo studente è riuscito a caratterizzare con un linguaggio non convenzionale l’interno di una Ferrari integrando e ripensando l’interfaccia uomo/macchina – ha spiegato la giuria – . L’accostamento di materiale da un aspetto nobile e lussuoso all’interno senza ricorrere all’odierno carbonio/pelle dimostrando la capacità nello studente di saper guardare oltre le convenzioni”.

Infine il Premio Speciale frutto del voto in rete è andato al modello de Esfera, realizzato da tre studenti della Hongik University di Seul, in Corea: Chae wook Lee, Ha kyoung Yeom e Woo jin Jung.

Tutti i progetti presentati al concorso di quest’anno erano senz’altro meritevoli per qualità e originalità. Resta da vedere se nel 2040 vedremo effettivamente circolare sulle nostre strade auto del genere. Si accettano scommesse…