F1, Sergio Marchionne: “La Ferrari deve tornare a vincere”

Sergio Marchionne
Sergio Marchionne (©Getty Images)

La Ferrari nel 2016 vuole dimostrare di poter reggere il confronto con la Mercedes nell’ottica di vincere quel titolo mondiale di Formula1 che manca dal 2007 per quanto concerne la classifica piloti e dal 2008 per quanto riguarda i costruttori. Un digiuno durante il quale ci sono state anche delle occasioni per trionfare con Felipe Massa (2008) e Fernando Alonso (2010 e 2012), ma alcuni errori sono stati fatali. Il nuovo corso voluto dal presidente Sergio Marchionne, succeduto a Luca Cordero di Montezemolo, punta a tornare a vincere e già nel 2015 ci sono stati dei segnali incoraggianti con le tre vittorie ottenute da Sebastian Vettel, ma nel 2016 ci si attende un salto di qualità ulteriore.

Proprio Sergio Marchionne dal Salone dell’Auto di Detroit ha parlato degli obiettivi della Ferrari per il nuovo campionato di F1: “La cosa importante ora per la Ferrari è andare a Barcellona nei test per poi andare in Australia e tornare a vincere – riporta Gazzetta.it -. In Australia vogliamo essere la squadra da battere perché siamo il team più vincente della storia. Abbiamo fatto tutti gli investimenti richiesti in modo da far tornare il titolo a Maranello“.

Il presidente della scuderia di Maranello ha le idee chiare, ma bisognerà vedere nei test di Barcellona che scattano a febbraio qualche sarà il valore della monoposto rispetto alla Mercedes e alle concorrenti. Poi nel Gran Premio d’Australia a Melbourne il 20 marzo si vedrà se la Ferrari effettivamente sarà in grado di lottare per vincere oppure se la situazione rispetto al 2015 non sarà cambiata. La coppia di piloti Sebastian Vette-Kimi Raikkonen è ben assortita e nel 2016 ci si attende che il finlandese dia un contributo maggiore al team. Il tedesco quattro volte campione del mondo, invece, ha già dimostrato di essere in sintonia con la squadra e di sbagliare poco. Soprattutto sull’ex Red Bull saranno puntati i riflettori. Sergio Marchionne crede molto in entrambi i driver.