Schumacher, Wolff e Vettel tra i 300 più ricchi in Svizzera

Michael Schumacher
Michael Schumacher (©getty images)

E’ risaputo che la Svizzera, insieme al Principato di Monaco, è uno dei luoghi preferiti dai piloti per stabilire la loro residenza sia perché si tratta di un luogo tutto sommato tranquillo e sia per certi benefici che ne derivano a livello fiscale. La rivista economica elvetica Bilanz ha stilato la lista delle 300 persone più ricche della Confederazione ed essa comprende numerose personalità legate alla Formula1. Lo riporta Speedweek.

Tra queste quello meglio posizionato in questa speciale classifica per ricconi è Bernie Ecclestone, il boss della F1 da tanti anni, con un patrimonio tra i 2,5 e i 3 miliardi di franchi svizzeri (tra i 2,3 e i 2,7 miliardi di euro). Non c’erano dubbi che lui all’interno del grande Circus delle quattro ruote fosse il più abbiente, vista la sua fruttuosa attività imprenditoriale.

Michael Schumacher, il più vincente pilota della storia di questo sport e tra i migliori di sempre, possiede invece tra i 700 e gli 800 milioni di franchi svizzeri (circa 644-736 milioni di euro). Il sette volte campione del mondo da tempo è nella sua villa di Gland (cantone Vaud) dove è stata allestita una sorta di vera e propria clinica con dottori specializzati che lo seguono nella speranza che le cure lo aiutino a recuperare dal tragico incidente del dicembre 2013 a Meribel, sulle montagne francesi. Speriamo che Schumacher possa vincere anche questa gara per la vita.

Una nuova comparsa nella graduatoria dei 300 uomini più ricchi della Svizzera è Toto Wolff, direttore esecutivo della Mercedes, che vive nel cantone Turgovia e vanta un patrimonio che va da 350 a 400 milioni di franchi svizzeri (circa 322-368 milioni di euro). Alcuni investimenti giusti hanno proiettato il manager austriaco in questa classifica.

Tra i piloti attualmente in attività quelli della Ferrari, Sebastian Vettel e Kimi Raikkonen, risiedono in Svizzera con una fortuna che va dai 100 milioni ai 150 milioni di franchi sono guadagnati (circa 92-138 milioni di euro). Niente male. E il tedesco, essendo più giovane del collega, può ancora incrementare la propria ricchezza nei prossimi anni di Formula1.