F1, Sergio Marchionne: “Ferrari lotterà con Mercedes nel 2016”

Sergio Marchionne
Sergio Marchionne (©getty images)

Sergio Marchionne vuole vincere il suo primo titolo da presidente della Ferrari nel secondo anno in cui ricopre tale carica. Il numero 1 del Cavallino Rampante ci crede e per il 2016 ha promesso battaglia alla Mercedes, dominatrice degli ultimi due campionati disputati. A Maranello da mesi lavorano alla monoposto del 2016 e nell’ambiente c’è molta fiducia. Anche se c’è chi, come Sebastian Vettel, preferisce mantenere i piedi per terra e non sbilanciarsi ancora.

Ferrari, Sergio Marchionne sfida la Mercedes

Sergio Marchionne in merito alla situazione dei lavori sulla nuova macchina ha spiegato: Maurizio Arrivabene (il team principal, ndr) vi dirà abbiamo ritardato alcune cose per consentire all’auto 2015 di essere finita – riporta autosport.com – Speriamo che non sia un problema. Abbiamo spinto dall’inizio parte del lavoro sulla vettura 2016 per quanto riguarda il telaio, c’è un lieve ritardo. Ma abbiamo tempo sufficiente e adeguate risorse finanziarie per fare la cosa giusta”.

Successivamente il presidente della Ferrari ha espresso ottimismo sulla lotta per il titolo mondiale di Formula1: “Sono fiducioso daremo filo da torcere alla Mercedes per il titolo. È incredibilmente improbabile che l’auto non offrirà alla Mercedes una sfida adeguata. Non abbiamo scuse per quest’anno, perché abbiamo iniziato a sviluppare l’auto al momento opportuno”. Invece per la monoposto del 2015 i nuovi tecnici del team voluti dallo stesso Marchionne dovettero intervenire per apportare dei correttivi.

Altre parole sulla Mercedes da parte di Sergio Marchionne, che rispetta i rivali ma vuole sconfiggerli in pista al più presto: “Loro sono concorrenti da temere perché Mercedes è una società che le risorse finanziarie adeguate per gestire correttamente le gare del 2016. Hanno un alto livello di know-how e non devono essere sottovalutati. Hanno fatto enormi progressi nel 2015, quindi sono certo loro auto sarà enormemente migliorata per il 2016. Li abbiamo rispettiamo, ma non abbiamo paura della battaglia in pista. Ricordo che Dieter Zetsche (boss della Mercedes, ndr), nonostante il fatto che siamo amici, ha avuto un po ‘di arroganza su Ferrari ma ora ci rispetta di più”.