Camal Ramusa, concept torinese metà Suv metà supercar

CXD-YSlUoAAJxlO

 

Camal Ramusa è una hypercar realizzata dal Design Centre Camal, fondato da Alessandro Camorali a Torino nel 2008. Lo scopo è di creare una concept car che vuol essere una giusta via di mezzo tra Suv e supercar, un prototipo dalle alte prestazioni ma in grado di affrontare ogni percorso, unendo armoniosamente guida sportiva e proporzioni estreme.

Camal Ramusa (in dialetto piemontese “ramusa” significa “lucertola”) è un Supersuv che non può essere collocato in nessun segmento preciso, ha due posti passeggeri, un motore centrale, ha un’altezza da terra di 25 cm, una lunghezza di 4,32 e una larghezza di 2,02 metri. Il fondatore della Camal srl, Alessandro Camorali, ha deciso di optare per un nome in dialetto piemontese in omaggio al suo passato nelle file della Stile Bertone, dove è cresciuto professionalmente e a cui deve gran parte della sua carriera. “Ora che la Bertone non esiste più sembrava giusto che qualcuno portasse avanti il suo retaggio, anche nella tradizione dei nomi dati alle vetture del noto carrozziere piemontese, rigorosamente in dialetto locale”.

Questo prototipo made in Italy sarà spinto da un motore V12 con quattro turbocompressori da 3,5 litri (tipico della Bugatti EB110), capace di erogare oltre 800 CV, coadiuvato da due motori elettrici centrali, con trazione integrale e cambio a 6 rapporti, con telaio monoscocca in carbonio. Uno degli elementi caratterizzanti del design è rappresentato dai passaruota allargati con codolini in fibra di carbonio a vista. Inoltre ogni sfogo di calore o presa d’aria è stata integrata in una forma estetica, unendo funzionalità a bellezza.

Al momento non si conosce il committente del progetto e non sappiamo se la Camal Ramusa resterà una concept o è prevista una edizione di serie limitata in un futuro prossimo. Di certo sappiamo che la piattaforma della Bugatti è stata espressamente richiesta dal committente che forse attende tempi più maturi per proporre una fabbricazione di alcuni esemplari da immettere sul mercato. Non resta che attendere notizie ufficiali…