MotoGP, Cazeaux: “Maverick Vinales come Rossi e Stoner”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©getty images)

Maverick Vinales nel 2015 è stato il Rookie of the Year, ovvero il miglior esordiente dell’anno nella classe regina del Motomondiale. Ma per lui non è una novità fare bene all’esordio in una nuova categoria. Infatti anche al debutto in Moto3 e in Moto2 è risultato il migliore. Lo spagnolo ha dunque dimostrato di sapersi adattare bene ai cambiamenti e di possedere un talento che potrà fargli compiere strada nel corso della sua carriera. Non è un caso che il manager Carlo Pernat abbia indicato come uno dei nomi più interessanti per il mercato piloti del 2017.

José Manuel Cazeaux, ingegnere elettronico che svolge il ruolo di Crew Chief, ha avuto modo di lavorare da vicino con Maverick Vinales nel corso del 2015 e per lui prevede un grande avvenire: “Ha mostrato cose che in passato ho visto solo in Valentino Rossi e Casey Stoner – riporta Speedweek -, penso che abbia caratteristiche che gli assicureranno in futuro molto brillante”.

Subito paragoni importanti per il 20enne di Figueres, che nel 2015 ha retto il confronto con il compagno più esperto Aleix Espargaro: “Non dobbiamo dimenticare che si trattava di un doppio debutto – spiega Jose Manuel Cazeaux-, perché è stato un anno da rookie anche per la moto. Il ritorno di Suzuki dopo tre anni senza lavoro in una categoria come la classe MotoGP è sinonimo di ripartire da zero”. Alla moto giapponese mancano ancora dei cavalli per poter essere maggiormente competitiva e vedremo se nel 2016 ci saranno dei passi avanti sotto questo punto di vista.

Non sono mancati ulteriori elogi a Maverick Vinales da parte di Jose Manuel Cazeaux: “È un pilota molto costante che può mantenere un ritmo veloce per tutta la distanza della corsa”. La costanza è una qualità molto importante per un top rider e lo spagnolo deve prosegurie su questa strada per poter ambire a correre per uno dei team migliori, sperando che la Suzuki nel mentre riduca il gap da Yamaha e Honda.