Luca Marini
Luca Marini (© Getty Images)

Dopo il CEV per Luca Marini è tempo di approdare la Motomondiale in classe Moto2, con il team Forward Racing. Per il giovane fratello di Valentino Rossi sarà un’occasione unica per familiarizzare con la competizione, migliorare il feeling con la moto gara dopo gara e rincorrere quel sogno di ogni motociclista che si chiama MotoGP.

Nel 2015 Luca Marini farà coppia con Lorenzo Baldassarri, amico e collega della VR46 Riders Academy, in un team che lo scorso anno ha queasi rischiato di scomparire a causa di vicende giudiziarie che hanno visto coinvolto il patron Giovanni Cuzari. Per team e piloti sarà una grande scommessa da giocare fino in fondo e regna grande curiosità per vedere Luca alle prese con il Motomondiale, dopo essere sceso in pista come wildcard al Gran Premio di San Marino 2015.

In molti potrebbero ritenere azzardata la scelta di saltare la Moto3, ma il consiglio pare sia arrivato proprio da Valentino Rossi, considerando il peso e la statura del fratellastro: “No, questo non mi spaventa, perché ho lavorato nel corso dell’ultimo anno molto bene con la mia squadra. Pertanto, ora mi sento pronto per questo passo”, ha assicurato Marini in un’intervista a Speedweek.com.

“Il più grande ostacolo che deve superare nel 2016 sarà il momento in cui dovrò conoscere i circuiti”, ha aggiunto il 18enne pilota di Urbino. “Mio fratello ha influenzato la mia decisione di continuare con questo sport. Amo moto e tutte le grandi cose di questo sport… Ho sempre lavorato con impegno al cento per cento. Così ho raggiunto tutti i miei obiettivi”.

Da tempo i rapporti con suo fratello si intensificano, come rivelato in un’intervista esclusiva a Tuttomotoriweb, il che potrebbe apportare benefici alla sua crescita professionale: “Ma man mano che passa il tempo il rapporto diventa sempre migliore, parliamo sempre di più, ci vediamo tutti i giorni adesso e mi fa stare anche più tranquillo averlo vicino, anche il prossimo anno nel Mondiale, è una fortuna averlo vicino – ha precisato Luca Marini – visto che lui ancora corre e potrà darmi sicuramente una mano.