Auto-proiettile contro l’ufficio: “Volevo viaggiare nel tempo”

L'auto di "Ritorno al futuro" (© Getty Images)
L’auto di “Ritorno al futuro” (© Getty Images)

 

Aveva programmato un “viaggio nel tempo” a bordo della sua auto, ma l’avventuroso progetto si è infranto (letteralmente) contro il muro di un ufficio. Protagonista dell’originale – a dir poco – trovata, un uomo di Pensacola, in Florida, che ha lasciato a bocca aperta tutte le persone coinvolte loro malgrado nell'”incidente”.

 

Una “visita” inaspettata

“Volevo viaggiare nel tempo”, è stata la giustificazione fornita agli agenti d’Oltreoceano da questo novello Marty McFly, intento – come ha poi spiegato lui stesso – a replicare le gesta del protagonista di Ritorno al Futuro, straordinaria pellicola del 1985.

Nel film in questione il personaggio principale, interpretato da Michael J. Fox, compie un viaggio nel tempo attraverso una Delorean opportunamente modificata dall’eccentrico scienziato “Doc Brown”.

Il Nostro non guidava però la mitica DeLorean: ha accelerato al volante della sua normalissima Dodge Challenger per poi terminare la folle corsa contro la parete (sfondata) del malcapitato edificio.

Fortunatamente l’uomo – di cui non sono ancora state rese note le generalità – è uscito illeso dall’abitacolo ed è stato subìto condotto in ospedale per gli accertamenti di rito.

“Sembrava fosse esplosa una bomba”, ha raccontato Emanuel Flores, manager dell’ufficio di consulenza fiscale che alla vigilia di Capodanno ha ricevuto l’inaspettata “visita”.

Il fantasioso automobilista se l’è cavata invece con tre citazioni in giudizio per “guida spericolata”.