“My name is Lamborghini”: il mito diventa film

(Getty Images)
(Getty Images)

 

Un film per celebrare un mito assoluto delle quattro ruote, con un titolo che è tutto un programma: “My name is Lamborghini“. La pellicola, firmata dallo sceneggiatore premio Oscar Bobby Moresco (‘Crash’) e prodotta da Ambi Group di Andrea Iervolino e Monika Bacardi, è stata presentata in occasione del festival “Capri, Hollywood”.

 

Una storia italiana

Le riprese del film sulla vita di Ferruccio Lamborghini, di cui nel 2016 si celebra il centenario, cominceranno la prossima estate – ovviamente in Italia, nei principali luoghi che hanno dato i natali e contribuito a creare il mito del grande imprenditore italiano. Il “canovaccio” è fornito dai libri del figlio del fondatore della prestigiosa casa automobilistica di Sant’Agata Bolognese, Tonino, che Moresco incontrerà la prossima settimana in Emilia Romagna.

“My name is Lamborghini” (il titolo è provvisorio) uscirà nelle sale nel 2017, e non è un caso che l’annuncio sia stato dato nel corso di “Capri, Hollywood”: il fondatore del festival Pascal Vicedomini, infatti, fece incontrare a Los Angeles i produttori Iervolino e Bacardi con Moresco, membro del board della manifestazione che da vent’anni fa da trait d’union tra il cinema d’Oltreoceano e l’industria italiana.

“Posso solo anticipare che a dirigerlo sarà un regista internazionale, vincitore di due premi Oscar”, ha spiegato Iervolino ai giornalisti. “Il brand Lamborghini tra i giovani americani è più popolare anche di quello Ferrari, considerato più classico – ha aggiunto Moresco, attualmente alle prese con il lavoro di documentazione – . Questa straordinaria storia umana sarà anche l’occasione per raccontare l’Italia del dopoguerra, la sua trasformazione da paese agricolo a potenza industriale. Lamborghini come è noto aveva fondato in Italia una importante fabbrica di trattori, la migliore al mondo, prima di diventare celebre per le auto sportive […]”. Trattori che, vale la pena di ricordarlo, furono creati modificando veicoli militari della seconda guerra mondiale.

Il film, con cast internazionale, sarà girato in inglese (ma per alcuni ruoli ci sarà spazio anche per attori “nostrani”) e comporterà un esborso “di medio budget hollywoodiano”, ha anticipato Iervolino, anche se la cifra ufficiale resta per il momento top secret.

Ferruccio Lamborghini, oltre a essere stato uno degli uomini più ricchi d’Italia, appassionato di auto di lusso (è noto che avesse una macchina per ogni giorno della settimana), è stato anche una vera e propria celebrità. “Non racconterò la storia di Lamborghini dall’inizio alla fine, ma soprattutto la nascita del suo mito – ha sottolineato Moresco -. […] Non posso dire troppo, ma credo che la figura di Ferrari non potrà mancare nel film. D’altra parte Lamborghini e Ferrari sono forse le uniche auto che hanno i nomi dei fondatori delle aziende, sono grandi personalità. Questa storia italiana sarà molto interessante per gli spettatori di tutto il mondo”.

Noi di Tuttomotoriweb non ce lo lasceremo scappare!