Nico Rosberg: “Che onore essere in squadra con Schumacher”

Nico Rosberg
Nico Rosberg (©Getty Images)

Il pilota della Mercedes F1 Nico Rosberg ha chiuso per il secondo anno consecutivo alle spalle del compagno di squadra Lewis Hamilton, accontentandosi del titolo di vice campione del mondo. Tra i due alfieri delle Frecce d’Argento non corre buon sangue e per questo motivo Toto Wolff ha già lanciato un primo segnale verbale: se l’atmosfera ai box degenererà uno dei due atleti andrà via alla fine del 2016.

Il pilota tedesco cercherà di mettere le mani sul titolo iridato nel prossimo Mondiale, ma l’impresa sarà ancora più difficile se nella corsa al vertice si inserirà anche la Ferrari. In un’intervista rilasciata a Motorsport-Magazine.com Rosberg ha parlato di passato, presente e futuro. A cominciare dal rapporto privilegiato che aveva con Michael Schumacher: “Essere compagno di squadra di Michael è stato interessante per me. Ho capito perché è sette volte campione. E’ stato fantastico e ha fatto un buon lavoro”.

Nico Rosberg ha anche replicato alle critiche mosse nei suoi confronti per essere finito dietro al compagno di squadra Hamilton per il secondo anno consecutivo: “Non erano critiche personali verso di me. Non posso dire che mi sento sottovalutato. Il motivo per cui sono qui è vincere e di recente ci sono riuscito”, anche se nonostante l’impegno e la classe il suo contratto rischia di non essere rinnovato.

Infine apprezza il lavoro di Niki Lauda in squadra: “Niki sta facendo un ottimo lavoro nel suo dipartimento. E’ davvero una buona persona in qualità di presidente del Consiglio di Sorveglianza. In pista è ancora un concorrente e ci permette anche di fare la pace. Se le cose vanno male, dice ‘Non importa. Sediamoci e risolviamo questo problema. Sa applicare la sua mentalità competitiva”.