F1, Bernie Ecclestone: “Accordo Ferrari-Mercedes, devo fermarle”

Bernie Ecclestone
Bernie Ecclestone (©Getty Images)

Bernie Ecclestone, boss della Formula1 da tanti anni, è ormai un dichiarato nemico di Ferrari e Mercedes. Accusa, infatti, le due scuderie di pensare solamente ai propri interessi e non al bene del campionato, evitando quindi che si possa venire a creare uno scenario maggiormente competitivo rispetto a quello a cui si è assistito negli ultimi anni. Il loro veto ad alcuni cambiamenti radicali della F1 ostacolerebbe i piani dell’85enne imprenditore britannico per rilanciare questo sport, sempre più snobbato dati tifosi a causa del poco spettacolo che regalano le gare.

Bernie Ecclestone attacca Ferrari e Mercedes

Nell’intervista rilasciata ad Auto Motor und Sport ha sottolineato gli aspetti negativi del 2015: “E’ mancata la competizione in pista. Mercedes ha fatto un ottimo lavoro, nessun problema per questo. Ma sarebbe stato bello se ci fosse stato qualcosa di più dalla concorrenza interna. Mi sarebbe piaciuto vedere il Rosberg del finale della stagione un po’ prima. Ancora meglio sarebbe stato se la pressione alla Mercedes fosse venuta da un altro team. Le gare erano semplicemente troppo prevedibili e si conosceva già il vincitore”.

Mercedes dominante da due anni a questa parte e l’esisto delle corse e del campionato non ha regalato grosse sorprese. Basti pensare che solo sei gran premi sono stati vinti da scuderie che non fossero quella di Stoccarda: 3 dalla Red Bull nel 2014 con Daniel Ricciardo e 3 dalla Ferrari nel 2015 con Sebastian Vettel. Il resto se lo sono spartiti Lewis Hamilton e Nico Rosberg.

Bernie Ecclestone ha avuto modo di esprimere una posizione critica nei confronti di Ferrari e Mercedes per non aver accettato di fornire i propri motori alla concorrente Red Bull. Scelta per alcuni legittima visto che la scuderia di Woking si è messa da sola in quella situazione, ma per lui invece le cose non dovevano andare così: “Penso che ci sia un accordo fra Ferrari e Mercedes. Sembra che siano unite come dei gemelli siamesi, uno non fa nulla senza l’altro. Non so se questo sia vero, ma è quello che mi hanno riferito. Mercedes ha anche aiutato un po’ la Ferrari a livello tecnico e questo è il motivo per il quale si sono avvicinati e sono felici. Entrambe remano sulla stessa barca”.

L’alleanza Ferrari-Mercedes è da sconfiggere secondo Bernie Ecclestone per evitare che la Formula1 un duopolio e non ci sia spazio per altre concorrenti. Più monoposto lottano per vincere e più spettacolo ci sarà in pista. E il grande Circus delle quattro ruote ha bisogno di avere battaglie avvincenti per attrarre pubblico.