MotoGP, Pol Espargaro: “Lorenzo molto più veloce di Rossi”

Pol Espargaro (Getty Images)
Pol Espargaro (Getty Images)

Il 2015 di Pol Espargaro è stato meno esaltante dell’anno precedente visto che ha concluso il campionato in nona posizione con 114 punti, mentre nel 2014 si era classificato sesto con 136 all’esordio. Hanno pesato sicuramente i cinque ritiri di cui è stato protagonista, ma comunque lo spagnolo ha dimostrato buone qualità e la Yamaha ha molta fiducia in lui anche per il futuro. E’ stato confermato con Bradley Smith nel team Tech3 e ci si attendono progressi nella prossima stagione, nella quale l’obiettivo sarà anche quello di riuscire ad agguantare quel podio che finora non ha mai conquistato in MotoGP.

Pol Espargaro è stato intervistato dal quotidiano iberico AS e ha così commentato il suo 2015: «Non sono soddisfatto per la stagione 2015. Abbiamo ottenuto qualche buon risultato, ma non siamo riusciti a migliorare quelli del 2014. Quindi niente pollice in su. Mi do una buona fetta di colpa, perché le gare vanno concluse, possibilmente davanti, è questo che conta».

Lo spagnolo può comunque dirsi soddisfatto per aver vinto la 8 Ore di Suzuka in sella alla Yamaha YZF-R1, successo che sicuramente gli ha fatto aumentare la fiducia in sé stesso e che funge da stimolo ulteriore per la sua carriera: «Quando entri in una spirale negativa con la moto non è facile guidare. La vittoria a Suzuka è stata una boccata di aria fresca dopo qualche annata alle prese con gli stessi problemi».

Infine Pol Espargaro ha espresso la propria opinione sull’epilogo della lotta per il titolo mondiale MotoGP tra Valentino Rossi e Jorge Lorenzo: «Sarei stato contento per il titolo a Valentino Rossi, sarebbe stata una pubblicità perfetta per questo sport. Però alla fine non si valuta il campione morale e se è vero che Valentino è stato il più veloce a inizio stagione, è anche vero che Lorenzo lo è diventato dopo, molto più di Rossi».