F1, Ron Dennis: “Alonso vincerà con la McLaren Honda”

Ron Dennis
Ron Dennis (©Getty Images)

Ron Dennis dal 1981 lavora per la McLaren in Formula1 e ha vinto sette campionati costruttori e dieci piloti con nomi del calibro di Niki Lauda, Ayrton Senna, Alain Prost, Mika Häkkinen e Lewis Hamilton. Una carriera importante e vincente, anche se nel 2015 i fasti del passato sono sembrati tremendamente lontani vista la poca competitività della monoposto. L’amministratore delegato della scuderia di Woking è comunque ottimista per il futuro, convinto che si tornerà a vincere.

Intervistato dal sito ufficiale della Formula1, questa è stata la sua analisi sul campionato deludente di quest’anno: “Il 2015 è stato un anno certamente impegnativo per rinnovata partnership della McLaren con la Honda, ma in verità ci aspettavamo tanto. Sapevamo che sarebbe stata una montagna da scalare e che serviva del tempo, ma ce la faremo. Ci stiamo arrampicando.Il nostro livello di competitività in alcuni Gran Premi 2015 è stato piuttosto difficile da digerire – Spa e Monza mi vengono in mente – e la nostra mancanza di affidabilità non ha aiutato neanche. Ma noi sappiamo che cosa dobbiamo fare per cambiare le cose, e, mentre parlo, stiamo lavorando giorno e notte per fare proprio questo”.

Successivamente Ron Dennis è stato interpellato sulla situazione di Fernando Alonso, colui che è definito tra i migliori piloti della Formula1 e che non può dimostrarlo guidato una McLaren non all’altezza di lottare per vincere: “Il contratto di Fernando è di durata di tre anni, senza clausole sulle performance e niente di niente. Ha sempre saputo che 2015 sarebbe stato un anno di apprendimento. Egli sa altrettanto bene che, insieme con la Honda, faremo grandi miglioramenti. Si è unito a noi con le competenze e l’esperienza che ha coltivato nel corso degli ultimi 15 anni trascorsi a correre in Formula Uno. Ha ancora tanta energia ed entusiasmo. Ha avuto anni migliori di 2015, ovviamente; ma sa che i grandi anni si trovano anche davanti a lui, con la McLaren-Honda”.

Infine a Ron Dennis viene domandato perché in McLaren sono stati lasciati partire personaggi come Adrian Newey, Paddy Lowe e Lewis Hamilton e se la McLaren ha qualche rimorso per questo: “Dormo molto bene, grazie – ha risposto l’amministratore delegato del McLaren Group – Ho grande rispetto per tutte e tre le persone menzionate e sono orgoglioso di tutti i successi che hanno raggiunto con la McLaren prima di andare a lavorare altrove. È raro che un progettista, un ingegnere, o un pilota, rimangano con una sola squadra per tutta la carriera. IL mondo gira così e in Formula 1 le persone si muovono. A volte lasciano le loro squadre per unirsi a noi, mentre in altri casi è il contrario. Si tratta di una cosa che funziona in entrambe le direzioni ed è più che normale”.