MotoGP, Jorge Lorenzo: “Ammiro Valentino, l’ho sempre difeso”

Jorge Lorenzo (© Getty Images)
Jorge Lorenzo (© Getty Images)

 

Jorge Lorenzo aveva promesso che non avrebbe più parlato della polemica che lo ha visto contrapposto al team mate Valentino Rossi nel burrascoso finale del Campionato MotoGP 2015. “Sono cose che ormai appartengono al passato, io sono già proiettato nel 2016”, per citare testualmente il maiorchino. Questo venerdì, però, non ha potuto fare a meno di tornare sulla querelle con il Dottore intervenendo, in veste di guest star, al programma Hoy por Hoy dell’emittente spagnola La Ser.

 

La mano tesa dello spagnolo

Il tre volte campione del mondo della MotoGP ha raccontato la sua recente visita alla Fondazione Vicente Ferrer in India, ma si è anche preso il tempo per riflettere sul rapporto con i suoi genitori, i sacrifici richiesti per essere un pilota, e i suoi progetti per vacanze di Natale… oltre naturalmente a Valentino Rossi.

Il viaggio ad Anantapur, dove la Fondazione Vicente Ferrer aiuta più di due milioni di persone, “è stata un’esperienza che consiglio a tutti, perché a volte viviamo in una bolla dove vogliamo sempre di più, desideriamo il possesso delle cose materiali, e non ci rendiamo conto di quanto siamo fortunati a vivere in questo paese con i mezzi che abbiamo”, ha scandito Jorge Lorenzo, come riporta Sport.es.

Lo spagnolo ha poi rilevato i suoi programmi per le prossime Festività: “Voglio trascorrere il Capodanno con la mia famiglia a Maiorca – ha affermato – e più tardi, nel mese di gennaio, andrò in vacanza con la mia ragazza Núria [Tomás], stiamo ancora pensando a cosa fare per staccare”.

Lorenzo giura di volersi lasciare alle spalle la diatriba con Valentino Rossi. “Ormai è acqua passata, adesso dobbiamo concentrarci sul 2016 e creare un’atmosfera positiva nel team. Quest’anno Yamaha ha vinto tre titoli (piloti, team e costruttori), ma sembra preoccuparsi solo di quel che è successo fuori della pista”, ha spiegato ancora nel corso della trasmissione.

Incalzato dalla conduttrice Gemma Nierga, però, il maiorchino è tornato su quanto accaduto dopo il GP della Malesia: “Fino ad allora, il rapporto tra i tre piloti che si giocavano il titolo, Valentino, io e Marc, erano molto buoni, nonostante tutto. Nella tappa italiana del Motomondiale io e Rossi ci siamo anche scambiati la tuta e il casco per le rispettive collezioni da museo – qualcosa di impensabile solo cinque o sei anni fa”.

Poi la situazione è precipitata. “Nella conferenza stampa di Sepang Valentino ha accusato Marquez, sostenendo che mi stava aiutando a vincere il campionato – una teoria che non condivido per nulla, ma alla quale i suoi tanti fan hanno creduto… Così io e Marc siamo stati ricoperti di insulti e offese, specialmente sui social network”. “Non so perché abbia detto quelle cose – aggiunge – forse aveva paura di perdere il campionato. Peccato sia finita così, perché era stata una bella stagione”.

Lo spagnolo si dice comunque convinto che “il tempo guarisce tutto e quando comincerà la nuova stagione ci saremo lasciati questa vicenda alle spalle, per il bene del team”. Poi, come ogni sportivo che si rispetti, riconosce all’avversario l’onore delle armi: “Ammiro Valentino. L’ho sempre difeso, e prova ne sia che quando ha vissuto due stagioni difficili nella Ducati ho dichiarato che ‘tutti possono passare un brutto periodo e sono sicuro che Rossi si risolleverà’, come poi è avvenuto”. Per Jorge Lorenzo, “Rossi ha sbagliato, ma è comprensibile visto lo stress che la lotta per un titolo importante come la MotoGP porta con sé”. Resta da vedere se il Campione di Tavullia accetterà queste “scuse”…