Intervista esclusiva a Luca Marini: “L’obiettivo è migliorare gara dopo gara”

Luca Marini
Luca Marini (©Getty Images)

Luca Marini è pronto alla nuova avventura nel Motomondiale e dal 2016 salirà in groppa alla Kalex del team Forward Racing diretto da Giovanni Cuzari. In un’intervista esclusiva a Tuttomotoriweb il fratello di Valentino Rossi ha parlato con molta umiltà e disponibilità delle aspettative, della sua vita privata, degli allenamenti e del rapporto con suo fratello maggiore.

Sarà un anno impegnativo per il 18enne pilota della VR46 Riders Academy, dovrà subito trovare il giusto feeling con la moto e adattarsi al campionato di Moto2 che ha appena saggiato qualche mese fa, quando ha partecipato al Gran Premio di San Marino come wild card. Ma come recita una nota canzone… il meglio deve ancora venire! Dopo essersi fatto le ossa nel CEV Luca Marini approda tra i migliori piloti al mondo e di certo non vorrà recitare a lungo la parte dell’inseguitore…

 

D. Il 2016 sarà un anno decisivo e importante per la tua carriera. Approdi al Motomondiale in Moto2, dove troverai piloti già ben rodati come Marquez, Zarco, Rins, Morbidelli… Come stai vivendo questa attesa per l’inizio della prossima stagione e quale sarà il tuo obiettivo?

R. “Sono molto tranquillo, meno pressione, perchè sono contentissimo del team in cui mi trovo, mi sono trovato subito molto bene, ho parlato con Giovanni Cuzari e gli altri componenti del team e mi hanno fatto subito una grande impressione. Non ho obiettivi particolari, il primo obiettivo è quello di crescere, di migliorare gara dopo gara e dare il 100%, non abbattersi dopo a qualche risultato che non sarà ‘ottimissimo’, ma tanto tutti quanti ci devono passare. Anche quelli che oggi vincono le gare ci sono passati anche loro. Ma spero di riuscire ad arrivare presto nelle posizioni che contano un po’ di più… L’obiettivo è crescere e affrontare al meglio la prossima stagione dove si dovrà dare qualcosa in più”.

 

D.L’esordio ufficiale sarà il 2 marzo a Jerez. Prima di allora come ti preparerai e come ti trovi con i colleghi della VR46 Riders Academy?

R. Dovrebbero esserci anche altre date di test a febbraio per i team, ma non sappiamo ancora quali sono le date e quanti saranno. Adesso mi alleno con gli altri ragazzi della Academy, andiamo tutti i giorni in palestra, ogni tanto al Ranch, ogni tanto giriamo con altre moto e cerchiamo di stare in moto il più possibile, seguendo un po’ la linea spagnola, perchè loro in questo sono un po’ più avvantaggiati con tutti i circuiti che hanno, possono andare sempre in pista anche se non useranno le loro moto e questo li aiuta molto. Noi lavoriamo sempre tutti insieme molto bene in palestra, ma anche calcio, cross…. e ci divertiamo.

 

D. Tu hai la fortuna di allenarti con tuo fratello Valentino Rossi… Quali consigli ti dà e quanto può ‘pesare’ essere suo fratello?

R. Mi dà parecchi consigli, non solo per la moto, ma anche per la vita in generale. Non è un peso, sono un pilota come gli altri, quando scendi in pista siamo tutti uguali senza distinzioni. Ma man mano che passa il tempo il rapporto diventa sempre migliore, parliamo sempre di più, ci vediamo tutti i giorni adesso e mi fa stare anche più tranquillo averlo vicino, anche il prossimo anno nel Mondiale, è una fortuna averlo vicino visto che lui ancora corre e potrà darmi sicuramente una mano.

 

D. Cosa fa Luca Marini quando non si allena?

R. Vado a scuola, frequento l’ultimo anno di Liceo Scientifico a Pesaro, per fortuna vado abbastanza bene, tutti i professori non mi odiano, anche se faccio molte assenze mi danno una mano. Per il resto vivo come tutti gli altri ragazzi di 18 anni, non faccio niente di speciale. Vado a scuola, vado in palestra, ho la ragazza e il sabato sera esco con i miei amici. Tutte cose molto tranquille”.

 

 

Luigi Ciamburro