Rivoluzione gomme in Formula 1: tre mescole a gara, arriva anche l’ultrasoft

PneumaticiPirelli F1
Pneumatici Pirelli (© Getty Images)

In attesa della rivoluzione regolamentare che dovrebbe entrare in vigore a partire dal 2017 per il prossimo Mondiale di Formula 1 si dovrà fare i conti con il nuovo meccanismo di scelta delle gomme. Secondo alcuni sarà un modo per complicarsi la vita, secondo altri un sistema per offrire maggiore spettacolo e più incertezza in pista, in modo che la strategia giusta a volte possa sopperire al gap tecnico. E’ pur vero che nel 2016 la Mercedes resta la favorita e la Ferrari è l’unico team che sembra possa mettere fine al dominio tedesco.

Ma vediamo nel dettaglio cosa prevede il nuovo regolamento degli pneumatici Pirelli e come potrà cambiare il Circus. Si potranno utilizzare tre mescole per ogni GP anzichè due come avvenuto negli ultimi anni. Sarà l’azienda italiana a scegliere quali mescole portare in base alle caratteristiche della pista e per questioni di fabbricazione e logistiche sarà comunicato con largo anticipo. Ad esempio Pirelli ha già reso noto le mescole che porterà al primo Gran Premio d’Australia 2016  in programma a marzo: medie, soft e supersoft.

Pirelli indicherà quali sono le due mescole per la gara (medie e soft in Australia) e le scuderie dovranno sceglierne una obbligatoriamente. Mentre per le qualifiche è scontato che i team utilizzeranno le mescole più morbide (supersoft in Australia) che fornisce tempi migliori sul giro secco. Ma le squadre potranno utilizzare tutte e tre le mescole in gara. In questo modo le possibilità di strategia saranno maggiori e due piloti della stessa squadra potranno persino montare pneumatici diversi.

Inoltre Pirelli ha aggiunto una quinta mescola (ultrasoft) con banda laterale di colore viola, oltre a quelle già esistenti (hard, medium, soft e supersoft), così da rendere ancora più ampia la e varia la strategia da adottare. Infine, i team avrannoa disposizione altri 10 set di gomme in ogni gara, oltre ai tre indicati dal fornitore, con la possibilità di suddividerli fra le tre mescole. La scelta dovrà essere comunicata alla Pirelli con otto settimane di anticipo (per le gare europee) o quattordici settimane (per le gare extra-europee) per esigenze di produzione trasporto. La Fia manterrà segreta la decisione fino a due settimane prima della gara. Basterà per dare maggiore spettacolo alla Formula 1?