MotoGP, Marc Marquez: “Serve lavorare tanto su gomme ed elettronica”

Marc Marquez
Marc Marquez (©getty images)

Il passaggio dalle gomme Bridgestone a quelle Michelin per il campionato MotoGP 2016 sta preoccupano team e piloti, che nei primi test disputati non hanno riscontrato grande feeling. Non a caso al fornitore francese di pneumatici è stato concesso di fare un ulteriore test a Jerez, dopo quello recente a Valencia. Dovrebbe avvenire prima di Natale e vi parteciperanno Ducati, Aprilia e Honda e vedranno in pista Michele Pirro, Mike Di Meglio, Hiroshi Aoyama e Takumi Takasashi.

Marc Marquez ha già fatto presente quali sono i problemi della sua Honda RC213V: “L’anno scorso abbiamo perso in accelerazione e guadagnato in frenata – riporta Speedweek – . Attualmente perdiamo ancora in accelerazione e abbiamo problemi in frenata. Siamo più al limite e al tempo stesso il limite è più difficile da trovare. Se si preme su tutti i punti di frenata, allora si può surriscaldare molto rapidamente la gomma anteriore e si può perdere l’anteriore della moto. Pertanto, dobbiamo trovare il modo per migliorare in uscita di curva e l’accelerazione”.

C’è ancora molto lavoro da fare per trovare il giusto feeling e far rendere al meglio i nuovi pneumatici sulla moto: “Ho provato una gomma anteriore diversa, una era molto interessante – ha spiegato Marc Marquez – ma la Michelin non era sicura, perché ero in grado di guidare solo dieci giri così. Ha comunque un potenziale”. Ma lo spagnolo evidenzia che ci sono anche altre preoccupazioni di cui tener conto:  “Tutti sono confusi dai pneumatici adesso. Aggiungete a questo l’elettronica. Tutto è relativo. Se si può migliorare l’elettronica, possono lavorare meglio le gomme. Penso che la Michelin sta lavorando intensamente sul pneumatico anteriore e miglioreranno”. Il pilota Honda è ottimista, ma sicuramente non è tranquillo in cuor suo visti i troppi problemi avvertiti.