Laureus World Sports Awards, Lewis Hamiton sfida Messi e Djokovic come sportivo dell’anno

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

E’ tempo di pensare ai Laureus World Sports Awards 2015, i premi che si assegnano ogni anno ad atleti di varie discipline sportive che sono stati vincenti nell’anno precedente. Prendervi parte ci sarà anche Lewis Hamilton, pilota di Formula1 che si è aggiudicato il titolo nelle ultime due stagioni. Il campione della Mercedes sfiderà fuoriclasse del calcio come Messi e Cristiano Ronaldo, ma anche star della NBA come Lebron James, il numero 1 al mondo nel tennis Novak Djokovic, il ciclista spagnolo Alberto Condador e il velocista Usain Bolt. Tanti nomi importanti, oltre a quelli citati, sono in lizza per il premio di sportivo dell’anno.

Come rappresentante della Formula1, però, non ci sarà solamente Lewis Hamilton. Infatti la sua stessa squadra, la Mercedes, è tra le candidate per il premio di team dell’anno contro mostri sacri come gli All Blacks di rugby, il Barcellona campione dell’ultima Champions League, la nazionale femminile di calcio degli Stati Uniti, i campioni NBA dei Golden State Warriors e i New England Pattrios (vincitori del Superbowl).

Anche Max Verstappen, pilota 18enne della Toro Rosso che quest’anno ha esordito in F1 quando ancora era minorenne, è tra i protagonisti visto che è in lizza per il Laureus World Breakthrough of the Year Award, ovvero il premio per la rivelazione dell’anno. A fargli da concorrenti il Cile campione per la prima volta nella Coppa America di calcio, il uotatore britannico Adam Peaty, il fantino australiano Michelle Payne e i golfisti Jason Day e Brooke Henderson. Lewis Hamilton vinse tale onorificenza nel 2008, quando si laureò giovanissimo campione del mondo di Formula1 con la McLaren. Vedremo se il figlio di Jos Verstappen, pur non avendo ottenuto vittorie ma solo buoni piazzamenti, avrà chance di aggiudicarsi l’ambito trofeo.

Ai Laureus World Sports Awards ci sono tre distinte giurie che esprimono i loro voti. La prima è composta da giornalisti (vota per sportivo, sportiva, squadra, rivelazione e ritorno dell’anno), la seconda da specialisti (vota per sportivo alternativo e sportivo disabile dell’anno) e la terza dall’Academy e dai Patroni Fondatori (votano per premio alla carriera, sport per il bene e spirito sportivo).