F1: domenica la prima “scadenza” FIA per la scelta delle gomme 2016

(© Getty Images)

(© Getty Images)

Tra le novità contenute nel nuovo regolamento per la stagione 2016 della Formula 1 pubblicato ufficialmente dalla FIA, ci sono le normative relative all’utilizzo degli pneumatici nel corso del prossimo anno. Secondo le disposizioni, appena introdotte, i team del circus dovranno scegliere 14 settimane prima le gomme per gli eventi extra-europei. Di conseguenza, entro domenica 13 dicembre 2015 dovranno comunicare alla Federazione quali mescole intendono utilizzare per il GP d’Australia 2016, al via il prossimo 20 Marzo a Melbourne.

Per quanto riguarda le gare europee, invece, la decisione dovrà essere presa entro le 8 settimane prima dello spegnimento dei semafori rossi.

 

Le altre novità

Il fornitore unico Pirelli sempre in questi giorni è tornato a intervenire pubblicamente spiegando con esattezza come avverrà la scelta delle mescole da parte dei team di F1 nella prossima stagione, vista la poca chiarezza della FIA nel nuovo regolamento che aveva creato un po’ di confusione tra gli addetti ai lavori, all’interno e all’esterno del paddock.

“Dal prossimo campionato le mescole per fondo asciutto non saranno più due ma tre – ha fatto sapere il produttore – . Dei 13 set a disposizione per ciascun pilota, il fornitore ne stabilirà due per la corsa, uno dei quali sarà obbligatorio, mentre un treno, quello più morbido, potrà essere utilizzato soltanto nel Q3. I restanti dieci saranno invece a discrezione del singolo”.

Una volta che la Pirelli avrà selezionato tre di questi 13 treni di gomme a disposizione per tutto il week end di gara, ogni team sarà libero di scegliere due delle tre mescole portate dall’azienda per quel determinato evento.

All’articolo 10.6 del regolamento FIA appena approvato si legge inoltre che “d’accordo con i team e il fornitore, la FIA si riserva il diritto di di organizzare fino a sei sessioni di test da due giorni ciascuna, con il solo scopo di dare al fornitore la possibilità di provare i miglioramenti nel design delle gomme”. Una modifica al regolamento che arriva anche con l’intento di avvicinarsi all’obiettivo fissato il 2017: abbassare di cinque secondi i tempi sul giro grazie anche alle prestazioni degli pneumatici.