F1 McLaren, Eric Boullier: “La macchina del 2016 sarà migliore”

Fernando Alonso ed Eric Boullier
Fernando Alonso ed Eric Boullier (©Getty Images)

Il ritorno della Honda in Formula 1 ha fatto registrare un autentico disastro, con Fernando Alonso che ha raccolto appena 11 punti (il peggior risultato dopo il suo esordio con la Minardi nel 2001) e Jenson Button che si è fermato a quota 16, rispettivamente in 17esima e 16esima posizione finale. McLaren aveva preventivato una stagione difficile, ma mai avrebbe immaginato di chiudere così in basso il Mondiale 2015.

Adesso non resta che far tesoro della brutta esperienza e lavorare sodo per il prossimo anno. A marzo si ritorna in pista con il GP di Melbourne e per quell’appuntamento la scuderia britannica dovrà arrivare con spirito diverso e una monoposto all’altezza della situazione, pena il rischio di vedere andare via un fuoriclasse come Fernando Alonso che, dopo la polemica subito rientrata con Ron Dennis, potrebbe essere attratto da team in fase di sviluppo più avanzata.

“In termini di auto quasi tutto cambierà, ma la filosofia rimane la stessa – ha dichiarato Eric Boullier, team principal della McLaren – e sono sicuro che la macchina a cui sta lavorando la nostra squadra sarà migliore di quest’anno”. Gli fa eco Yasuhisa Arai, capo Honda Motorsport: “Come dice Eric, il nostro concetto e la filosofia rimangono identici ma il motore sarà completamente nuovo ed è in fase di sviluppo”.

Ma prima di raggiungere al Gran Premio d’Australia c’è molto lavoro da fare e Jenson Button pur ottimista preferisce essere prudente: “Speriamo che l’anno prossimo riusciremo ad essere molto più alto in griglia perché l’intero pacchetto è migliorato, credo che abbiamo bisogno di migliorare ICE (motore a combustione interna) e la sua erogazione di potenza, ma abbiamo anche bisogno di migliorare la vettura in generale. La vettura non è la più veloce in griglia – ha sottolineato il pilota della McLaren -. C’è molto lavoro da fare se vogliamo combattere al vertice, ogni area della vettura, l’aerodinamica, la meccanica della vettura, molte delle quali devono essere migliorate per fornire risultati migliori”.