F1, nuova spy story? Mercedes denuncia ingegnere diretto in Ferrari

Mercedes F1 Team
Mercedes F1 Team (©Getty Images)

In Formula1 potrebbe presto scoppiare un altro caso di spy story con Mercedes e Ferrari coinvolte. A rivelarlo è l’agenzia statunitense Bloomberg. La scuderia di Stoccarda avrebbe denunciato l’ingegnere Benjamin Hoyle, che lavora nel reparto Performance Application del team e che era intenzionato a dimettersi per trasferirsi alla Ferrari a partire dal 2016.

L’azione legale intrapresa dalla casa automobilistica tedesca riguarderebbe il tentativo di questo tecnico di acquisire alcuni dati riservati prima di andarsene e nello specifico si parla di un rapporto inerente al Gran Premio di Ungheria 2015 con i dati del chilometraggio e codici di decriptaggio relativi ai motori Mercedes.

Benjamin Hoyle è oggetto di denuncia perché tramite il suo comportamento andrebbe a favorire la Ferrari avvantaggiandola in maniera illegale. La Mercedes intende bloccare il passaggio dell’ingegnere, che dal 2002 lavora per la squadra, alla scuderia di Maranello e a qualsiasi altra concorrente. In rosso l’uomo sarebbe andato ad affiancare il motorista Mattia Binotto, ma adesso bisogna attendere l’evolversi della situazione per capire cosa succederà.

La Mercedes vuole evitare brutte sorprese e ha intrapreso un’azione legale per sottolineare che c’è il rischio di una nuova spy story dopo quella del 2007, quando la Ferrari fu ancora protagonista seppur in un ruolo di vittima visto che Nigel Stephney, capo-meccanico del team italiano, aveva passato i progetti della monoposto rossa all’amico Mike Coughlan, capo progettista della McLaren. La scuderia di Woking fu multata per 100 milioni di dollari e privata di tutti i punti ottenuti nella classifica costruttori. Non sarebbe un bello spot per la Formula1 vedersi ancora coinvolta ancora in questo tipo di scandalo. Già l’interesse dei tifosi verso il campionato scarseggia a causa del poco spettacolo, nuovi casi negativi metterebbero ulteriormente in crisi la credibilità di questo sport, che invece avrebbe bisogno di riforme decise per cambiare in meglio e rilanciarsi.