Johann Zarco: “Spero che in MotoGP ci si dimentichi dello scontro Rossi-Marquez”

Johann Zarco
Johann Zarco (Getty Images)

Johann Zarco è il vincitore del titolo mondiale Moto2 del 2015 dopo aver trionfato in otto gare e aver conquistato sette pole position. Una grande annata per lui, che però nel 2016 non cambierà categoria e dunque non farà il grande salto in MotoGP. C’erano state voci sul possibile interesse del team Pramac Ducati e Aspar Honda, ma non si è concretizzato perché nulla perché il francese ha preferito rimanere nell’Ajo Motorsport aspettando offerte da squadre più competitive l’anno prossimo.

Nell’intervista che il pilota ha concesso ai microfoni di Crash.net ha spiegato i motivi del suo rifiuto alle proposte che gli sono giunte: “Se non vado in MotoGP è perché ancora un pacchetto competitivo per me non c’è, sto aspettando per ottenerlo”. Il suo obiettivo adesso è quello di essere il primo a vincere due titoli della Moto2 confermandosi quindi campione, cosa che nel 2015 non è riuscita al suo rivale Tito Rabat, per poi approdare nella classe regina nel 2017: «Penso che sia un buon piano, anche se non ha vinto il titolo di quest’anno. Lui è più forte ora di quanto non fosse un anno fa. E’ un bene per lui fare un passo in MotoGP ora».

Johann Zarco successivamente è stato interpellato su quanto successo in MotoGP tra Valentino Rossi, Marc Marquez e Jorge Lorenzo: “Tutti parlavano di questa cosa a Valencia. Le persone presso il circuito sentivano che non c’erano le celebrazioni che si aspettavano per tutta la settimana. E’ stato qualcosa di strano”. Nello specifico sullo contro Rossi-Marquez si è poi così espresso: “Difficile da dire. Ognuno di noi ha già analizzato e spero solo che ci dimenticheremo tutto e che non sarà un problema l’anno prossimo. I piloti sono dei combattenti e prendono delle decisioni che a volte sono sbagliate”. Il campione della Moto2 non si sbilancia troppo dunque, anche per non alimentare altre polemiche di cui non c’è bisogno ora.