Formula 1, Max Verstappen in pole position alla serata di gala FIA

Max Verstappen
Max Verstappen (getty images)

Max Verstappen ha debuttato in qualità di pilota titolare lo scorso 15 marzo al Gran Premio d’Australia e all’età di 17 anni e 166 giorni ha già stabilito il suo primo record di pilota più giovane alla partenza di una gara di Formula 1. Nel successivo Gran Premio della Malesia, chiuso in settima posizione, il driver olandese ha battuto un altro record, risultando il pilota più giovane ad aver fatto segnare punti in Formula 1.

Per il giovane pilota olandese è stata una stagione da incorniciare e che dovrà servire da trampolino di lancio per il futuro, a cominciare dal 2016 quando ritornerà al volante della Toro Rosso con motore Ferrari, con l’obiettivo di migliorare il 12° posto di quest’anno. E pensare che inizialmente in molti hanno gridato allo scandalo per far scendere in pista un ragazzo che non aveva neppure la patente di guida, tanto da spingere la FIA a sentenziare che dal prossimo campionato potranno esordire solo atleti di maggiore età.

Nella serata di gala organizzata dalla FIA a Parigi Max Verstappen ha rubato la scena ai big aggiudicandosi ben tre premi titoli: personalità dell’anno, rookie of the year e azione dell’anno. E’ la prima volta che un pilota porta a casa tre riconoscimenti nella stessa stagione. Il premio come azione dell’anno gli è stato assegnato per il suo sorpasso a Felipe Masr durante il GP del Belgio, dopo averlo vinto anche nel 2014 in Formula 3.

“È bello vincere l’azione dell’anno per la seconda volta, perché mi piace molto il sorpasso in pista… È un grande onore vincere il rookie. Con due quarti posti nella mia prima stagione di F1 è più di quanto mi aspettassi. Personalità dell’anno? Non so perché ho vinto, ma è bello sapere che piaccio ai mezzi di comunicazione – ha concluso Verstappen -. Sono felice e stupito di questi tre premi se penso che ho concluso solo la mia prima stagione in F.1″.