F1, Renault acquista Lotus e ritorna in pista dal 2016

Lotus F1
Team Lotus (©getty images)

Dopo le voci che si rincorrevano dal mese di settembre, quando era stata siglata una lettera d’intenti, la Renault ha reso ufficialmente noto che sarà presente al Mondiale 2016 di Formula 1.

Il marchio francese ha acquistato il team Lotus dopo quattro anni di assenza dal Circus e scenderà in pista con la coppia di piloti formata dal venezuelano Pastor Maldonado e dal debuttante britannico Jolyon Palmer. In passato Renault e Lotus hanno lavorato per 15 anni vincendo due titoli mondiali nel 2005 e 2006 con Fernando Alonso.

Ma la Casa francese ha segnato la storia del Mondiale di F1 per quasi 40 anni. Nel 1977 ha rivoluzionato il campionato con l’introduzione del turbocompressore, una tecnica che presto è diventata la norma in questo sport. La Renault ha preso parte a più di 600 Gran premi, ottenendo 168 vittorie, con 12 titoli costruttori e 11 piloti.

“La Renault aveva due opzioni: tornare al 100 per cento o lasciare. Dopo uno studio approfondito, ho deciso che la Renault sarà in Formula 1, a partire dal 2016 – ha dichiarato Carlos Ghosn, presidente e CEO di Renault -. I dati definitivi forniti dagli stakeholder principali della F1 ci hanno dato la fiducia necessaria per accettare questa nuova sfida. La nostra ambizione è vincere anche se ci vorrà del tempo”.

Intanto proseguono i lavori per mettere a punto i termini di acquisizione di Lotus F1 Team nel più breve tempo possibile. I principali contratti sono stati firmati il 3 dicembre 2015. La decisione della Renault di proseguire il suo impegno in Formula 1 è la conferma che vede il motorsport come una parte essenziale dell’identità del marchio. Inoltre il campionato funge da vetrina per le competenze tecnologiche che la Renault mette in pratica nei suoi prodotti a vantaggio dei suoi clienti, così da trasportare le tecnologie avanzate impegnate in pista ai veicoli stradali, soprattutto per quanto riguarda i veicoli ibridi ed elettrici.

“La Formula 1 serve a promuovere la consapevolezza del marchio Renault e la sua immagine in tutti i mercati di tutto il mondo – si legge in una nota ufficiale -. La Formula 1 è uno degli sport che gode della maggior copertura mediatica in tutto il mondo grazie ad un seguito in cinque continenti, in particolare nei mercati emergenti. Attrae 450 milioni di telespettatori ogni anno e la sua possibilità di crescita è enorme grazie alle opportunità fondate su nuove tecnologie, social network, videogiochi, ecc, che devono ancora essere pienamente sfruttate”.

 

 

L.C.