UGV, il primo veicolo blindato a guida autonoma

UGV
UGV (getty images)

I veicoli a guida autonoma stanno facendo passi da gigante. Dopo le famigerate Google car e il Mondiale di monoposto elettriche senza piloti, che cancellano definitivamente la figura del pilota, anche in campo militare si fanno ulteriori passi avanti, lasciando presagire un futuro fantascientifico.

Il ministero della Difesa israeliana ha dato vita ad un programma di sviluppo per veicoli blindati a guida autonoma attraverso il Research and Development Bureau, nell’ambito di un progetto che prevede anche mezzi aerei e navali.

Lo scopo del programma è di eliminare in futuro il 90% degli uomini nelle missioni, per terra, per mare e per aria. In occasione di un convegno internazionale è stato presentato il primo UGV (unmanned ground vehicle) che potrebbe esordire in campo di battaglia tra dieci anni, specie nelle attività di controllo degli obiettivi sensibili e dei confini bellici.

L’assenza di una cabina comandi occupata dal pilota renderà il veicolo blindato più piccolo, più leggero e meno costoso e consentirà un controllo a distanza su territori pericolosi e anche in condizioni proibitive.