Roborace, parte il primo mondiale di auto senza piloti

Roborace
photo dal web

Da anni sono in fase sperimentale le auto a guida autonoma, dove l’opera del conducente diventa inutile e lasciando prevedere una rivoluzione senza precedenti nel mondo dei trasporti… e delle corse. Infatti dalla stagione 2016-2017, come contorno alle gare della Formula E, prenderà vita la prima specialità monomarca con auto senza piloti al volante.

La competizione si chiamerà Roborace e vede la partecipazione di auto a emissioni zero, con gare della durata di 60 minuti e si terranno due ore prima di ogni Gran Premio di Formula E. Le vetture saranno comandate da computer e le dieci squadre potranno modificare il software della macchina. Ogni squadra dovrebbe mandare in pista almeno due auto, ma una di esse dovrà nascere attraverso una piattaforma di crowdsourcing, con il supporto di tifosi e appassionati.

Le vetture elettriche utilizzate in gara saranno identiche dal punto di vista tecnico e a fare la differenza saranno gli algoritmi di guida e di reazione alle mosse degli avversari studiati dagli ingegneri delle squadre. Denis Sverdlov, patron di Roborace e del team Kinetik che la curerà, ha predetto un futuro in cui “tutti i veicoli del mondo saranno assistiti dalla tecnologia intelligente e alimentati da energia elettrica, migliorando così l’ambiente e la sicurezza stradale. Roborce è una celebrazione di tali tecnologie rivoluzionarie. L’obiettivo è dimostrare che la robotica può coesistere con noi nella vita reale e spingerne lo sviluppo”.

Alejandro Agag, CEO della Formula E, ha sottolineato all’Ansa: ”Siamo molto entusiasti di collaborare con Kinetik su quello che è sicuramente uno degli appuntamenti sportivi più all’avanguardia nella storia. Roborace è una sfida aperta alle realtà più innovative e tecnologiche del pianeta. Sarà molto eccitante creare una piattaforma per loro, per dimostrare quello di cui sono capaci – ha concluso – e credo che ci sarà un gran potenziale di ritorno anche per noi”.